Manutenzione acquario

Un aiuto per la preparazione dell’acqua per l’acquario.

523

Quando allestiamo un acquario è necessario rispettare regole e tempi non solo per la maturazione del filtro, ma anche per la preparazione dell’acqua.

Il problema

pulire l'acquario

L’acqua del rubinetto che beviamo, per quanto possa essere buona per il consumo da parte nostra, non è il giusto tipo di acqua per l’acquario e le piante. Una serie di regolamenti specifica i limiti massimi per i parametri chimici, tuttavia questi non sono necessariamente tollerati dai pesci. Per esempio l’acqua del rubinetto contiene spesso cloro, rame e piombo che sono tossici per i pesci. Inoltre, agitando il substrato per effettuare la normale pulizia o una più profonda sifonatura del fondo, abbassando il livello dell’acqua quando effettuiamo un cambio d’acqua o differenze di temperatura possono causare stress ai pesci. Come conseguenza di questo stress, possono diventare più suscettibili alle malattie.

Soluzioni

La soluzione migliore è giocare d’anticipo. Organizziamo prima tutto quello che ci serve preparando anche una tanica d’acqua per effettuare il cambio e la pulizia dell’acquario e lasciamo che l’acqua disperda i metalli pesanti. Questo richiede almeno 24h, meglio 48.

Prima di usarla per il cambio sarebbe meglio fare un’analisi dell’acqua per verificare che i parametri siano simili a quelli dell’acquario ed eventualmente fare le dovute correzioni ad esempio usando dell’acqua di osmosi (comprata o autoprodotta).

Alle volte però questo non è possibile! Può succedere un imprevisto e ci potremmo ritrovare ad aver bisogno di effetuare un cambio d’acqua “al volo” ad esempio se si rompe la pompa del filtro in nostra assenza, o banalmente, il bambino nel tentativo di dar da mangiare ai pesci ne versa mezzo barattolo!

Che fare?

In questi casi, sono d’aiuto prodotti come il nuovo Tetra AquaSafe che aiuta a rende sicuro e in tempi notevolmente più veloci ogni tipo di acqua per il nostro acquario. Neutralizza infatti velocemente sostanze nocive come cloro, cloramina e metalli pesanti dell’acqua di rubinetto che, prive di queste sostanze, non ostacoleranno la crescita di batteri benefici del filtro, limitando anche lo stress per i pesci.

Per diminuire ulteriormente lo stress, Tetra ha migliorato la formula del Tetra AquaSafe incrementato il contenuto di vitamina B1. La nuova formulazione contiene infatti carragenina, un componente vegetale e naturale estratto da alghe marine che ha dimostrato di proteggere le branchie dal danneggiamento delle sostanze cationiche irritanti. Ciò migliora ulteriormente l’effetto protettivo di Tetra AquaSafe e rende i cambi d’acqua con l’acqua del rubinetto ancora più sicuri.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*