Linee guida per gli autori

Linee guida per gli autori di AcquaPortal

Riceviamo molte richieste da parte di collaboratori e partner, fissi e occasionali, perciò riteniamo che brevi indicazioni sulle modalità con cui preparare e inviare i file possano essere utili. Non è certamente nostra intenzione insegnare a scrivere a nessuno e ci piace che ognuno mantenga il proprio stile, ci limiteremo pertanto a suggerimenti ‘tecnici’ e pratici di buon senso.

Per prima cosa: rispettate le scadenze

Il materiale deve essere consegnato tutto insieme almeno 2 settimane prima della pubblicazione. Per la pubblicazione di un articolo sono necessari testo, immagini, didascalie e altre informazioni. Vi ricordiamo che AcquaPortal, a meno di variazioni, pubblica 3 articoli alla settimana.

1. Testo

Formato: il testo deve essere inviato in un documento di Word (formato doc o docx) possibilmente con font Verdana, Calibri o Arial di colore nero e dimensione 10. Pdf, html o altri formati non vanno bene. Per titoli, sottotitoli, citazioni o altre formattazioni utilizzate le formattazioni adeguate. Non scrivete tutto in maiuscolo.

Lunghezza: raccomandiamo di attenervi scrupolosamente alle nostre indicazioni sulla lunghezza degli articoli. Articoli troppo lunghi saranno scartati.

  • Articoli di carattere generale: dalle 300 alle 6000 battute compresi gli spazi, e compresi eventuali box o note esplicative.
  • Articoli editoriali di presentazione di qualche prodotto: dalle 300 alle 4000 battute compresi gli spazi, e compresi eventuali box o note esplicative, escluse le didascalie.
  • News di presentazione di un prodotto: dalle 300 alle 1500 battute compresi gli spazi
  • Nota: se usate Microsoft Word nel menu Revisione trovate il pulsante per il conteggio parole, che vi dà anche il numero delle battute (= caratteri) usati.

Importante: nel documento word ricordatevi di inserire il titolo dell’articolo, il nome dell’autore del testo e, se diverso, delle foto. Queste note non influenzano il numero delle battute, ma sono necessarie per la redazione, che può disporre di queste informazioni durante tutte le fasi della lavorazione.

2. Immagini

Formato: le immagini devono essere fornite in formato jpg con dimensione di minimo 1200 x 960 pixel, risoluzione 72 dpi.

Quantità: tutti gli articoli devono essere corredati di immagini. Potete inviare un massimo di 10 foto e sarà poi il nostro staff a decidere quali usare in base alle esigenze. Il minimo è di 3 foto per ogni articolo.

Consigliamo di eseguire una selezione delle immagini: più siete selettivi voi meno lo saremo noi. In altre parole, allegando 10 foto avete un forte potere di selezione, se ne allegate 20 mettete tutto nelle mani della nostra redazione.

Info: le foto non devono contenere watermark, firme, copyright, loghi o altro. Le accrediteremo noi all’autore nell’articolo. Se le foto non sono vostre indicate il nome dell’autore che ne ha autorizzata la pubblicazione.

Le foto possono essere elaborate, ma dobbiamo riceverle già pronte per la pubblicazione online. Non verranno in nessun caso modificate da noi.

3. Didascalie

Le didascalie non sono obbligatorie, ma in qualche caso possono essere utili, soprattutto per foto specifiche di descrizione di elementi tecnici. In articoli di viaggi o altro potranno essere benissimo utilizzate immagini di riempimento, senza bisogno di alcuna spiegazione.

Se invece volete inserire una didascalia, fate in modo che possiamo capire dove vada scritta, con riferimento preciso e univoco al nome dell’immagine a cui collegarla. Siate brevi, sono didascalie.

4. Notizie correlate

Se volete inserire dei ‘box’ di informazioni potete farlo liberamente nello stesso file di Word del testo purché si capisca che non fa parte dell’articolo principale. Gli articoli di viaggio possono contenere una mappa del luogo e informazioni su geografia, clima, valuta, lingua e altre informazioni importanti per i viaggiatori.

Si possono segnalare nomi di strutture utilizzate o consigliate, come tour operator, diving center, alberghi o altro, purché rilevanti.

5. Autorizzazione

Inviandoci un articolo completo di testo e foto a vostro nome, implicitamente ve ne dichiarate autori e ci fornite l’autorizzazione per la pubblicazione di testo e foto (a vostro nome) su AcquaPortal, assumendovi contemporaneamente la responsabilità nei confronti di eventuali autori che si ritengano vittima di plagio o di furto di identità. Nel caso ci vogliate mandare un contributo di cui non siete autori, vedi sotto.

Copyright ed etica

Come team ci impegniamo a rispettare le norme che regolamentano il diritto d’autore in Italia e all’estero. Copiare è illegale, NON copiate da altre fonti senza averne il permesso. Se volete riportare dei testi di altri dovete citare la fonte e inserirli come citazione, tra virgolette.

Evitate i copia‐incolla anche da fonti libere come Wikipedia, ma rielaborate sempre i testi e comunque citatene la fonte.

Non inviate immagini prese da siti internet o ricevute da amici o conoscenti via email.

Se non siete voi gli autori delle foto che ci inviate, è necessario per noi avere autorizzazione alla pubblicazione da parte dell’autore.

Altrimenti vi consigliamo di prenderle da siti di immagini libere da diritti (royalty free).

6. Liberatoria foto-video

La Liberatoria Fotografica e per Riprese Video (Image Release Form in inglese) è una dichiarazione con cui un soggetto adulto o minorenne autorizza la riproduzione e pubblicazione di immagini o video che lo ritraggono. Il ritratto di una persona non può infatti essere esposto, copiato o messo in commercio senza il suo consenso. La liberatoria può avere una durata limitata oppure essere ristretta a specifiche finalità (es. pubblicazione solo su una rivista). Inoltre potrà essere stabilito un corrispettivo che verrà versato al soggetto ritratto.

In ogni caso, le immagini pubblicate non dovranno mai essere lesive dell’onore, della reputazione o della dignità del modello.

Particolarmente delicata è la situazione in cui il soggetto ritratto sia minorenne. In questo caso l’autorizzazione dovrà essere rilasciata dai genitori o da chi ne fa le veci nel rispetto della Convenzione di New York sui diritti del fanciullo.

La liberatoria immagini viene utilizzata da chiunque voglia ottenere l’autorizzazione a diffondere le immagini di un adulto o di un minorenne sul web, su giornali, esponendole in mostre, rivendendole a terzi etc.

La liberatoria non è necessaria quando si vogliono pubblicare immagini di persone note (ad esempio attori, politici, criminali etc.), oppure quando la riproduzione ha uno scopo scientifico, didattico o culturale o infine quando il volto della persona in questione è all’interno di un contesto pubblico (ad esempio in mezzo a una piazza, in un concerto, etc.). Nessun problema e nessuna autorizzazione è necessaria se la persona non è visibile in volto e, quindi, non riconoscibile.

Insomma, se fotografate persone che in futuro potrebbero avanzare pretese e protestare per l’utilizzo che avete fatto della loro immagine, fategli firmare una liberatoria a nome vostro. Se ci inviate delle foto da pubblicare noi assumeremo che voi abbiate una liberatoria.

Modello-di-liberatoria-per-utilizzo-di-foto-e-riprese-video

Tecniche per inviare file ‘pesanti’

È possibile inviare e‐mail fino ad una dimensione massima di 10 Mb oltre la quale bisogna ricorrere a strumenti diversi (e non inviare più email da 10 Mb!).

Alcuni strumenti che potete utilizzare sono: FTP se disponete di un server a cui accedere, DROPBOX (molto comodo per la condivisione di file, gratuito fino a 2 GB), servizi come WETRANSFER, ecc. Non prendiamo nemmeno in considerazione file scritti a mano.

linee guida per gli autori

Altre regole utili

  • La lingua utilizzata è l’italiano scritto. Non effettuiamo traduzioni da altre lingue né da dialetti regionali.
  • Verificate il testo con i correttori ortografici di Word.
  • Rileggete bene il testo e fatelo rileggere a qualche amico prima di inviarcelo.
  • Scrivete in prima persona (singolare o plurale) oppure in terza persona.
  • Sia che usiate tempi verbali al passato o al presente, prestate attenzione alla concordanza tra i tempi verbali.
  • Inserite le citazioni tra virgolette.
  • Evitate eccessive abbreviazioni, ma cercate di scrivere il testo per intero.
  • Non inserite prezzi nel testo, se non strettamente necessario.
  • Evitate di inserire più di uno spazio tra le parole, o li dovremo rimuovere noi e questo ci porta via tempo.
  • Scrivete in maiuscolo solo nei casi in cui è necessario, non per intere frasi o inizi di parole.
  • Curate l’utilizzo della punteggiatura.
  • Curate l’ortografia e l’utilizzo della sintassi evitando frasi troppo lunghe.
  • Evitate di usare caratteri come gli smile o altri più comunemente usati in internet o negli sms.
  • Evitate di abusare dei punti esclamativi e interrogativi o perderanno di effetto.
  • Evitate di inviare foto non adatte o di scarsa qualità.

Consigli per la scrittura

Non vogliamo insegnarvi a scrivere, se siete interessati, ecco qualche consiglio utile per migliorare il vostro modo di scrivere ed essere compresi. Inclusa qualche regola grammaticale che abitualmente è ignorata…

  • Usate tutte le volte che potete la forma attiva invece di quella passiva. “Alice guarda i gatti”, non “i gatti sono guardati da Alice”. Usate il passivo solo se è effettivamente giustificato dal senso della frase, se siete in dubbio pensate a come direste la frase parlando: quante volte parlando usiamo il passivo?
  • Evitiamo di usare parole troppo complesse, che affondano nel burocratese. Siamo precisi ma non costringiamo il lettore a ricorrere al vocabolario.
  • D’altra parte, meglio usare un termine specifico piuttosto che giri di parole complicati: una triglia, non un pesce rossiccio con due barbigli.
  • Usiamo tutte le volte che possiamo frasi affermative, dirette e facili da leggere. Le frasi negative possono rendere la lettura difficile, soprattutto evitiamo le doppie negazioni “Non è che io non voglia venire”.
  • Se troviamo un sostantivo che termina in -zione sostituiamolo col verbo corrispondente. Eliminare al posto di eliminazione: la frase acquisterà dinamismo.
  • Costruire nei limiti del possibile frasi classiche, soggetto – verbo – complementi.
  • MAI mettere la virgola tra il soggetto e il verbo. È un errore grave in italiano, più comune di quello che si pensi. Mai scrivere frasi come “Silvana, era una splendida ragazza”. È ammessa la presenza di due virgole tra soggetto e verbo principale solo quando servono per delimitare un inciso “Silvana, l’amica di Giulia, era una splendida ragazza”.
  • Evitare grappoli di frasi subordinate, nel caso mettiamo un punto e spezziamo la frase.
  • La d eufonica (ad, ed, od) andrebbe usata solo davanti a una vocale uguale: è corretto scrivere “ed ecco”, ma non “ed altri”: in questo caso è più corretto scrivere ” e altri”. Fa eccezione la frase “ad esempio”, che normalmente si scrive con la d anche se non ci vorrebbe.

Siamo a disposizioni per chiarimenti, mandate una email alla nostra redazione: staff@acquaportal.it