Scovolo flessibile

389


Come in molti saprete il peggior nemico dell’acquariofilo è il SeaClone 100.
Ciò nonostante è proprio lo skimmer che mi sono preso perché accetto le sfide.
Capita però che anch’esso sia da pulire e allora sono dolori!

Mi è sempre risultato difficile infatti pulire il tubo a S che collega la pompa allo skimmer.
Difatti tale tubo è proprio il punto che si sporca di più, dentro ci nascono delle alghe in quanto c’è aria-acqua-corrente-luce in quantità, e queste sono condizioni ideali alla crescita di tale patina.

Questo tubo è però anche il punto critico del SeaClone in quanto se l’acqua non scorre bene non passa bene neanche l’aria e il nostro skimmer va alla metà di quanto potrebbe andare (se siamo ottimisti).

Per pulirlo servirebbe uno scovolo flessibile (per fare la S) ma gli scovoli che si trovano in giro sono ad anima metallica e sono troppo rigidi per fare le curve.

Chiaramente il problema della pulizia dei tubi curvi non si presenta solo con il Seaclone ma anche altri schiumatoi, filtri, mandate dell’acqua, ecc. Spero pertanto che questo semplice trucco possa tornare utile a tutti.

Ora potete continuare a pulire questi tubi con acqua calda, acido, straccetti come avete sempre fatto o vi potete costruire uno scovolino flessibile come mi sono fatto io ad un costo irrisorio. Quanto?
75 centesimi di euro!!!

Cosa serve

1 metro di corda come quella della foto 1. La sezione è poco più della metà di quella del tubo a S. All’esterno sembra una corda da alpinista ma dentro ha un’anima fatta di elastici. Questo la rende rigida abbastanza da poter essere spinta nel tubo ed elastica abbastanza da essere tirata agevolmente nelle operazioni di pulizia. Lo trovate da un buon ferramenta a 75 cent/metro.

1 ago (ce l’ha la mamma)
Filo da cucire bello resistente (anche quello ce l’ha la mamma)
1 ditale per cucire (l’ago fa fatica a passare nella corda)
1 straccio di cotone
1 paio di forbici
Il tubo a S da pulire


Foto 1 (sezione corda, la roba nera al centro sono elastici)

Realizzazione

A questo punto prendete un pezzo di straccio grande circa 10×13, piegatelo in modo che assomigli ad un quel che ho fatto io e cucitelo intorno ad una estremità della corda come si vede nella foto 2.


Foto 2

Fate una cucitura efficace, bella stretta e non risparmiate sui punti. Lo straccetto non si deve assolutamente strappare o sfilare dalla corda mentre pulite il tubo del SeaClone, sennò poi come lo togliete?

Nel mio ho fatto passare l’ago circa 25 volte e ogni tanto gli ho fatto fare anche alcuni giri intorno, poi altri punti…


Foto 3 (Particolare della cucitura)

A questo punto otterrete una cosa molto simile alla foto 4


Foto 4

Con una fiamma fate in modo che dall’altro lato dello straccetto la corda non presenti sfilacciature (il lato libero della corda che c’è in fig. 4 deve ancora essere sistemato).

Ora siamo pronti per la prima prova.

Infilate la corda dalla parte senza straccetto nel tubo del SeaClone finchè non passa dall’altra parte. Tiratela finchè lo straccetto dall’altra parte non tende ad incastrarsi nel tubo. Non sforzate troppo perché lo straccio non deve rimanere incastrato dentro. Se vi capita come a me, lo straccio fa troppa fatica a passare, quindi va tagliato nel punto che rimane fuori dal tubo quando tirate la corda. Tagliatelo come nella foto sotto.

Ora il tutto dovrebbe scorrere agevolmente nel tubo rimuovendo tutto lo schifo che vi si è formato dentro.

Questa è la foto di come viene ben pulito il tubo dello skimmer.

Tenete presente che prima della pulizia il tubo era completamente nero, non si vedeva nemmeno più l’acqua scorrere dentro. L’ho pulito facendo passare lo scovolino solo 3 volte.

E’ assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso dell’autore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*