L'acquario di Giovanni Bertoletti

L’acquario di Giovanni Bertoletti

618

La Vasca

Ferplast – Cayman 110 Professional
Dimensioni 110 x 45 x 58,5 (h) cm, 230 litri lordi e 200 litri netti
Spessore vetro 8mm

L'acquario di Giovanni Bertoletti

Sistema di Filtraggio

Filtro interno a 3 stadi(meccanico, biologico e adsorbente) con volume 11,6 lt: spugne a porosità differenziata, cannolicchi in ceramica, sfere plastiche, lana di roccia(tolta la spugna al carbone attivo).
Pompa da 600l/h, termoriscaldatore da 200W.

Illuminazione

Oltre alla dotazione di serie di 2 Neon T8 da 30W Philips(Acquarelle e Acquasky) sono stati aggiunti 3 OSRAM 965 da 30W(nelle foto più in basso vedete come ho modificato il coperchio).
Tutti e 5 i neon sono ricoperti da un unico grande riflettore.
Nell’acquario è presente un pannello di controllo per temporizzare tutti e 5 i neon dotato anche di un pulsante per scollegare la pompa e il termoriscaldatore (durante la manutanezione). Il fotoperiodo dei timer è di 12 ore.

L'acquario di Giovanni Bertoletti

Impianto CO2

E’ stato installato un’impianto Askoll C02 Pro che grazie all’adattatore per bombole ricaricabili è stato collegato ad una bombola ricaricabile da 5Kg. Il micronizzatore è stato posizionato nella zona + prossima al ricircolo dell’acqua. E la valvola è stata tarata per fare uscire 20 bolle circa al minuto. L’impianto è acceso 24h al giorno.

Allestimento

In primo luogo sono stati trattati i legni di Vite che sono stati fatti bollire per 5 ore in un calderone e lasciati a bagno in acqua fredda per alcune settimane, fino a quando il rilascio di sostanze in acqua era prossimo a zero, poi sono state bollite le rocce laviche.
In secondo luogo è stato preparato il fondo, costituito da del ghiaietto di quarzo nero (non ricordo i Kg) ceramizzato(granulometria media) e da 2 confezioni di Tetra Complete Substrate da 5,8Kg, in modo da formare uno strato totale di circa 9 cm.
Dopo aver depositato i legni e le rocce in vasca, l’acquario è stato riempito e sono state collocate le prime potature.
Sullo sfondo è stato attaccato, esternamente, un cartoncino “bristol” nero della grandezza della parete posteriore(è stata scartata l’ipotesi si uno sfondo 3D per lo spazio che occupava a discapito delle piante).
In fine sono state disposte le prime piante e potature come vedete in foto, man mano la logica tenuta è stata di mettere le piante più basse davanti e le più alte dietro per creare un effetto di profondità, per creare invece un effetto che io chiamo “a cespugli” ho messo vicini tutti gli steli di un tipo in modo da delineare meglio le linee di ogni pianta.

L'acquario di Giovanni Bertoletti

Piante

Anubias Nana
Bacopa Caroliniana
Cabomba
Ceratophyllum
Ceratopteris
Cryptocoryne Crispatula “balansae”
Cryptocoryne Wendtii
Echinodorus Bleheri
Echinodorus Tenellus
Egeria Densa
Egeria densa “Elodea”
Eleocharis Acicularis
Eusteralis Stellata
Heteranthera Zosterifolia
Hydrocotyle Leucocephala
Hygrophila Corymbosa
Hygrophila Polisperma
Limnophila Heterophylla
Najas

Eusteralis Stellata

Piante Rosse

Alternanthera Reineckii
Ammanniia
Ninphea Rossa
Rotala Rotundifolia


Rotala Rotundifolia

Piante Galleggianti

Lemna Minor
Riccia Fluitans
Salvinia Natans


Salvinia Natans

Fertilizzanti

I Fertilizzanti che vengono utilizzati sono: Tetra Florapride liquido per tutte le piante e soprattutto per quelle che si nutrono tramite l’apparato fogliare. Tetra Crypto in pastiglie per le piante che si nutrono dalle radici. La luce e la CO2 fanno il resto del lavoro a meraviglia.

Pesci

I primi inquilini sono stati un trio di Ancistrus(1M e 2F), ottimi pulitori si sono dati alla pulizia dei tronchi e di tutte le muffe che si creano sui legni artigianali immessi in acquario.
Sono stati poi introdotti dei Guppy Selvatici del Brasile(pesci rari e completamente diversi da Guppy Commerciali che si trovano nei negozi) e una decina di Caridine Japonica (gamberetti alghivori).
Le riproduzioni sono frequenti sia negli Ancistrus che nei Guppy.
La popolazione ad oggi è la seguente:
– 34 Ancistrus Neri (1M, 2F, 1 Giovane da 4cm, 30 Avannotti di 1.5cm)
– 2 Ancistrus Albini (1M, 1F)
– 10 Caridine Japonica
– 50 Guppy Selvatici del Brasile (tra Adulti, Giovani e Avannotti)

Avannotto e Uovo

Caridine Japonica e Guppy Selvatico

Alimentazione

I pesci vengono cibati 1 volta al giorno con mangimi semi-galleggianti per i Guppy Selvatici e con delle pastiglie da fondo per gli Ancistrus; 1 volta a settimana vengono somministrate delle rondelle di zucchino o carota precedentemente sbollentate, queste integrano la dieta degli Ancistrus ma anche quella dei Guppy Selvatici. La dieta, comunque, varia per gli avannotti.

Valori dell’acqua

Ph
7.5/8
Kh
13
Gh
16
NO2
0
NO3
tendenti a 0, max 10
Temperatura
26/27°C

Test effettuati con reagenti liquidi e anche con strisce.

Manutenzione

Vengono effettuati cambi d’acqua del 20% ogni 15 giorni(spesso sifonando) alternando con acqua del rubinetto+biocondizionatore(Sera-Aqutan) e acqua osmotica(presa dal negozio).
La pulizia del filtro avviene anch’essa regolarmente ogni 15 giorni ma mai contemporaneamente al cambio dell’acqua.

Ringraziamenti

Voglio ringraziare la mia ragazza, perchè non si lamenta mai di tutto il tempo che dedico ai miei acquari e perchè anch’essa ha un acquario stupendo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*