AQUARAMA

Aquarama 2011 : Una settimana di acquariofilia a Singapore

135

Aquarama è una parola che avrete letto o sentito pronunciare se, come me, siete da qualche anno coinvolti nel mondo dell’acquariofilia.

Aquarama è un evento che propone un insieme di offerte e novità dalle aziende per gli operatori del settore, concorsi che interessano appassionati d’acqua dolce e marina e appassionanti conferenze tenute da relatori di comprovata esperienza.

E’ stato con mio grande piacere che ho ricevuto, nel settembre dello scorso anno, l’invito a partecipare all’Aquarama 2011 in qualità di giudice del concorso guppy.
Tralasciando le varie competizioni europee nelle quali ho giudicato, mi era già capitato di raggiungere il sud-est asiatico per far parte della giuria di un concorso a Penang (Malesia) nell’anno 2009.
Proprio in quell’occasione ebbi la possibilità di conoscere alcuni membri del GCS (Guppy Club Singapore) e gli stessi, facendo parte della commissione organizzativa per l’Aquarama, hanno proposto il mio nome al gruppo UBM, promotore dell’evento, in fase di formazione delle giurie per i vari concorsi della manifestazione 2011.
Ho potuto dunque pianificare il mio viaggio con largo anticipo, propendendo per trattenermi nella città stato nel periodo dal 24 al 29 maggio, cosa che mi avrebbe permesso di gestire in tranquillità gli impegni presi con gli organizzatori coniugandoli con qualche visita turistica e alle fishfarms con gli altri amici del luogo.

In questo mio resoconto, fornirò una visione d’insieme della manifestazione ed entrerò nel particolare del solo concorso Guppy, sia per non rendere troppo noioso e prolisso l’articolo, sia perchè le mie competenze specifiche mi consentono di trattare in maniera dettagliata ed esaustiva quell’argomento. Mi dedicherò poi a descrivere, con cura e dettagli, gli allevamenti che mi è stato possibile visitare, ringraziando sin da ora sia i proprietari che gli amici Henri Tsai, Chris Ng e Lok Weng Kit che hanno organizzato i tours.


Foto di Chris NG

Nelle fotografie, il presidente del Guppy Cluba Singapore Chris Ng e una foto di gruppo.


(da sinistra a destra) Henri Tsai, Steve Elliott, Lok Weng Kit (proprietario della fishroom sullo sfondo ? Guppy Galaxy-) e Diego Montanari

AQUARAMA 2011 : Espositori e concorsi

Aquarama nel 2011 ha raggiunto la sua dodicesima edizione e, seppur ridimensionata negli spazi, secondo i commenti avuti sul posto da coloro che hanno avuto occasione di visitare l’evento negli anni scorsi, rimane certamente un appuntamento di grande interesse per gli acquariofili.
La manifestazione si è svolta nelle sale 601-603, al sesto piano del Suntec Convention Centre, dal 26 al 29 maggio, sebbene giudici e allestitori abbiano portato avanti i loro lavori anche nella giornata di mercoledì 25.

 
Vedute del Suntec Convention Centre, dall’esterno e dalla hall di ingresso dove erano affissi grandi banner pubblicitari dell’evento.

Stando alle statistiche ufficiali sull’evento (www.aquarama.com.sg) posso dirvi che:
– Gli stand allestiti erano oltre 80, di varie dimensioni, comprendendo sia quelli di allevamenti e aziende commerciali sia quelli di riviste, club e associazioni (espositori totali 126 tra diretti e indiretti)
– I concorsi organizzati erano di vario tipo, per un totale di 12: Discus, Goldfish, Guppy, Arowana, Tetra+Cory+Gourami, Pleco, Ciclidi, Molly+Platy+Portaspada, Betta, Nuove specie o varietà, Vasche marine, Vasche d’acqua dolce e Nano tanks allestite.
– Tanti i seminari (un totale di 28 in quattro giorni) rivolti agli addetti al settore e agli appassionati.
– I visitatori (tra gli addetti al settore e il pubblico pagante) hanno quota 12300.

 
Veduta dell’ingresso alla manifestazione

Il numero di visitatori che la kermesse ha visto sfilare, all’interno dei padiglioni, nei giorni di sabato e domenica aperti al pubblico ha superato gli 8500 (costo del biglietto 8$ di Singapore, circa 5 euro). Tra le particolarità che mi hanno colpito, sicuramente i maestosi esemplari di Arowana (rossi, dorati, albini…) esposti sia in concorso nella vasche apposite che da molti degli stand di allevatori locali; decisamente pesci fuori del comune per chi è perlopiù abituato a frequentare concorsi ed esposizioni in Europa.
Oltre a loro, un elemento che trovo di sostanziale discrepanza, rispetto a standard e legislazioni europee, sono le condizioni di esposizione degli animali, in particolare il rapporto tra volume d’acqua e stazza del pesce : enormi Goldfish o Flowerhorn erano costretti in vasche di circa 40 litri!
Sottolineo comunque che, fortunatamente, nessun eccessivo segno di malessere è stato mostrato dalla maggior parte dei pesci esposti.


Alcune vedute dall’interno della fiera


Vasche dei vincitori categoria Planted Tanks.


Vasche dei vincitori categoria Nano Tanks.


Espositori dell’Aquarama 2011.


Alcuni dei Betta Show esposti.

AQUARAMA 2011 : Il concorso Guppy Show

Le vasche riservate al concorso Guppy erano 240 in totale ma, in competizione, erano presenti solamente 197 lotti suddivisi in due classi: trii (2 maschi ed una femmina della stessa varietà) e gruppi (6 maschi e 2 femmine della stessa varietà).
Sia i pesci presentati in trio, che quelli presentati in gruppo, erano poi suddivisi in nove categorie, le prime sei delle quali riferite ai soli coda a triangolo (in forma ribbon o meno):

1. Colore solido Moscow
2. Colore solido non-Moscow
3. Colorazione a 2 toni prevalenti (es. Half Black…)
4. Grass/Variegati
5. Lace/Snakeskin
6. Metallic
7. Code corte (rotonda e badile)
8. Code “estese” (forme di spade e coda a picca)
9. Open class

La giuria era formata da 4 membri e precisamente :
Diego Montanari (Italia), Stephen Elliot (UK), Richard Woon (Singapore) e Peter Chong (Malesia).

 
Una foto della giuria del concorso (da sinistra Peter Chong, Richard Woon, Diego Montanari e Steve Elliott) e i riconoscimenti di apprezzamento per ogni giudice.

Le fasi di giudizio presentano altresì differenze sostanziali rispetto a quelle adottate in Europa. Tralasciando la diversa ripartizione dei punti da attribuire alle caratteristiche fisiche dei pesci, non tutti i lotti esposti venivano presi in considerazione per il giudizio, bens? solamente quelli che a una prima osservazione, da parte dei giudici, erano considerati meritevoli di valutazione. Si procedeva quindi al giudizio vero e proprio per stabilire (sommando i singoli voti di ogni giudice) il podio di ogni categoria. Al concorso hanno partecipato solamente allevatori asiatici da Malesia, Singapore, Indonesia, Taiwan e Sri Lanka e il livello dei pesci esposti non era, a mio personale giudizio, particolarmente elevato, sicuramente inferiore ad esempio ad un concorso valido per il campionato europeo IKGH. Potete comunque trovare, a completamento del reportage, la Galleria completa con le mie foto dei vincitori di ogni categoria in entrambe le classi di concorso.

Gruppo Categoria 1
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 2
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 3
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 4
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 5
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 6
1°Classificato 2°Classificato
Gruppo Categoria 7
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 8
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato
Gruppo Categoria 9
1°Classificato 2°Classificato 3°Classificato

AQUARAMA 2011 : Visita alle Guppy Fishfarms

In questo spazio ho voluto raccogliere informazioni ed impressioni sulle visita a due degli impianti che mi è stato possibile visitare e precisamente quelli maggiormente focalizzati all’allevamento delle selezioni di Poecilia reticulata.
La maggior parte delle farms è concentrata nella zona ovest di Singapore, con allevamento di tipo tradizionale, basato perlopiù su accrescimento e riproduzione in laghetto e bacini in cemento.
Negli ultimi decenni, il poco interesse delle nuove generazioni e l’aumento dei costi, ha portato ad una drastica riduzione del numero di allevamenti e i superstiti sono coloro che hanno saputo mantenere bassa la mortalità dei propri animali o che hanno saputo accrescere la qualità o il numero di varietà disponibili.

ONG TONG SUN TROPICAL FISH SUPPLIERS

Allevamento tradizionale di Guppy, sito in Lim Chu Kang Lane 6 e delle dimensioni di circa un ettaro.

Il primo degli allevamenti che abbiamo visitato… nella mattinata di venerdì 27 maggio.
La proprietaria, una persona molto riservata, ha accolto calorosamente la nostra piccola delegazione formata dal sottoscritto, dall’amico inglese Steve Elliott e dai due membri del Guppy Club Singapore Chris NG ed Henry Tsai.

Lo spazio della farm è organizzato attorno a due grandi laghetti centrali (suddivisi in 100 settori circa ciascuno con un fitta rete) circondati da 300 vasche di cemento (2 m per 2,5 m), 800 vasche di cemento (1 m per 1,5m), più un lago di raccolta dell’acqua di scarto dai cambi, un laghetto e 2 grandi contenitori per conservare acqua di riserva per i cambi.

I bacini più piccoli, possono contenere all’incirca 300 guppy, quelli più ampi fino a 900 e nei settori sperata da rete, in cui sono divisi i laghetti, vengono accresciuti fino a 2000 avannotti.
I cambi d’acqua vengono effettuati su base settimanale e il livello nei bacini di cemento, viene mantenuto sempre basso per evitare di avere differenze di temperature tra il fondo e la superficie. Inoltre questo facilita l’occasionale sterilizzazione dell’acqua tramite raggi UV.

I guppy della struttura, vengono alimentati almento 2 volte al giorno e precisamente:
Daphnia/ moina, mangime secco ed infusori per gli avannotti; tubifex e mangime secco per i riproduttori; microgranuli di origine giapponese per i pesci pronti per l’esportazione.
Le varietà allevate al momento sono nove e la maggior parte del lavoro ( raccolta, sessaggio, scelta dei riproduttori, cambi d’acqua e alimentazione) vengono fatti manualmente da circa una dozzina di addetti.

Generalmente si individuano cinque stadi nell’allevamento di tipo tradizionale: raccolta degli avannotti, sessaggio, accrescimento, selezione e preparazione alla vendita.
Ogni mattina gli avannotti vengono raccolti dai bacini in cemento contenenti i riproduttori (I bacini dei riproduttori costano di circa un centinaio di guppy in rapporto di 30 maschi e 70 femmine circa) e spostati nei laghetti centrali ( dove viene aggiunto costantemente sale per contrastare lo stress a cui sono sottoposti i pesci). Dopo circa 6 settimane i giovanili vengono raccolti, sessati e spostati nei bacini più grandi per la crescita (maschi e femmine separati). Trascorse ulteriori 6 settimane i pesci sono pronti per la selezione e la vendita. Durante il processo la mortalità si attesta attorno al 10% dei nati. I pesci vengono quindi preparati per essere commerciati tra i 3 e i 4 mesi di età.

 
 
Alcuni scatti e una clip video di questa fishfarm.

GUPPY CENTRE proprietario Mr.Yap Teo Tee

Stabilimento situato nella stessa via della precedente farm. Attualmente i proprietari stanno virando il loro interesse verso l’allevamento di Arowana.

A poca distanza, troviamo quest’altra realtà, in attività da pochi anni (2003) dopo che i proprietari sono rimasti affascinati dal mondo dei Guppy Show, concentrandosi in particolare, nell’allevamento di esemplari albini.
Di recente hanno deciso di dedicare i laghetti della loro farm alla selezione di Arowana, ma sono ancora presenti diverse vasche con circa 40 varietà di Guppy di buon livello (perlopiù albini come ci si poteva aspettare).
Oltre ai già citati laghetti, sono installate circa 600 vasche di dimensione variabile tra gli 80 e i 150 cm. Ai cambi d’acqua si provvede solamente con acqua piovana raccolta in bacini appositi.

Il livello in ogni vasca viene mantenuto tra i 20 e i 25 centimetri con cambi settimanali del 50-75%.
I Guppy vengono alimenti un paio di volte al giorno, alternando tubifex e dafnia con cibo secco commerciale in microgranuli.
I pesci vengono sessati anche qui all’età di sei settimane e accresciuti separatamente (200-300 per vasca) fino alle 10-12 settimane, quando vengono selezionati i riproduttori e gli esemplari destinati alla vendita. I riproduttori vengono mantenuti in rapporto di 1:5 tra maschi e femmine, bilanciando accuratamente la densità di popolazione per evitare aggressività intraspecifica.

 
Alcune fotografie dal Guppy Centre.


Fotografie dall’allevamento Guppy Galaxy dell’amico Lok. Weng Kit.

 
 

Alcuni scatti e video sullo stabilimento QIAN HU

AQUARAMA 2011 : Conclusioni

Concludo ringraziando Stephen Elliott per la gentile concessione di alcuni scatti sulla visita alla fishroom di Lok Weng Kit e sullo stabilimento Qian Hu. Informo tutti coloro i quali fossero interessati, che sono disponibili i DVD con le mie riprese sull’evento e sul concorso Betta Show dell’Aquarama e sulla visita alle Fishfarms. Potete contattarmi, per ulteriori informazioni, direttamente a diegomonta@yahoo.it




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*