Co2 a lievito per acquari

Co2 a lievito per acquari

144

La mia idea di costruire un’impianto di Co2 a lievito per acquari nasce dalla totale repellenza x valvole a spillo, aghi, metri e metri di tubi.

Occorrente:

1 bottiglia da 1,5 lt resistente tipo coca-cola
1 panetto di lievito di birra
300 gr di zukkero
1 lt d’acqua TIEPIDA
1 tubo x flebo (con gocciolatore ke trasformeremo in contabolle!)
1 cannuccia
1 guarnizione x rubinetto
1 pezzo di tubo x aeratore circa 1 mt
1 porosa (meglio se di legno)
attak
smalto x unghie
forbici
accendino
imbuto

Per il tubo:

Tagliate un pezzo di cannuccia di circa 4-5 cm (nn + lunga xkè si piega); forate il tappo della bottiglia con la punta di una forbice, facendola girare su se stessa, fino ad ottenere un buco abbastanza grande da infilarci la cannuccia; sostituite al tubicino della flebo un tubo x aeratore ke farete passare dentro il regolatore e riscaldate un’estremità con l’accendino x renderlo tanto malleabile da infilarci un’estremità della cannuccia; infilate una guarnizione (ke adatterete con la forbice) all’altra estremità della cannuccia, che inserirete dentro il tappo facendola uscire di un paio di cm; incollate con l’attak la guarnizione sul tappo e sigillate intorno, dentro e fuori con lo smalto x unghie o mastice/silicone. a questo punto unite alla fine del tubo x aeratore il gocciolatore, che deve stare il + vicino possibile all’acquario. basta poi semplicemente connettere il tubo fine del gocciolatore ad un altro pezzino di tubo x aeratore (entrano perfettamente l’uno dentro l’altro, ma poi sigillerete con lo smalto pure qui), ed infine attaccare a quest’ultimo la porosa. Una volta costruito mettete tramite l’imbuto nella bottiglia 300gr di zucchero ed 1 lt d’acqua tiepida (circa 24° sennò il lievito muore) e fate sciogliere tutto. infine aggiungete il lievito (su in panetto la proporzione è 1/3) sciolto in un dito d’acqua tiepida SENZA MESCOLARE. (x le dosi sono bene accetti consigli)
mettete la porosa in acqua e abbassate il tubo fino a ke l’acqua (x il principio dei vasi comunicanti) nn tenderà a scendere giu’ x il tubicino, riempiendo così il gocciolatore (se nn dovesse funzionare usate la bocca!). se lo riempiremo fino a circa la metà e tapperemo l’estremità del tubo chiudendo velocemente il tappo della bottiglia otterremo un contabolle!!! e quando il lievito produrrà la co2 vedremo l’acqua del contabolle attraversata dalle bollicine! il regolatore servirà a dosare il numero di bolle di co2 ke desideriamo.

Grazie all’intervento di un amico, ecco una variante x le dosi: 1 panetto intero di lievito e 100 – 150 gr si zukkero + 1 cucchiaino di bicarbonato

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*