acquario di Davide Tropea

L’acquario di Davide Tropea

564
La mia passione per l’acquariofilia è iniziata decisamente per caso. Ad Aprile 2013, non sapendo come arredare una parete di casa, ho deciso di allestire un acquario per metterci dentro qualcosa di colorato che abbellisse appunto quell’angolo dell’appartamento.

Sono così partito con una vasca da circa 190L lordi (Dubai100) berlinese, ma dopo poco mi sono reso conto che senza sump e con quella gestione non ero molto soddisfatto, per cui dopo un anno circa ho voluto cambiare radicalmente.

Ho così fatto fare un cubo artigianale con annesso mobile e sump. Oltre al cambio vasca ho deciso di cambiare anche gestione: stufo di avere troppe rocce e poco spazio per i coralli ho voluto provare con il Dsb, complice anche il fatto dei buoni risultati che si leggevano sul forum di Acquaportal.

Da circa 3 mesi ho allestito anche un cubetto a fianco alla vasca principale, collegato alla stessa sump, proprio per togliermi qualche piccolo sfizio, anche se al momento non ho ancora inserito nulla di particolare.

La vasca misura 50x50x60 mentre il cubetto 30x30x40, sono entrambe collegate alla sump che misura 45×55.40.

Di seguito qualche dettaglio sulla tecnica:
– Risalita vasca principale: Eheim Compact+ 2000
– Risalita cubetto: Eheim Compact 1000
– Schiumatoio: Bubble Magus Curve 5
– Pompe di movimento: 1 Jebao wp10 e una Jebao Rw4 nella vasca principale e una Wp10 nel cubetto.

Il reintegro del Kh e del calcio, dopo vari mesi di integrazioni con gli A+B, è ora affidato ad un reattore UltraReef UCS100 Mini caricato con corallina Jumbo. La sonda e il controller Milwaukee mi permettono di gestire automaticamente il Ph all’interno del reattore.

Dopo un anno e mezzo di Led con le varie Eshine, ho deciso di fare il salto di qualità installando una Ati Sunpower 8×24 trovata fortunatamente a Gennaio 2015. I neon sono della Fauna Marin, 4 Duo e 4 Royal e vengono accesi da mezzogiorno fino alle 11 di sera.

Da subito i coralli hanno gradito decisamente il cambio luce, accentuando molto la loro colorazione.

Una volta alla settimana cambio circa 15 litri di acqua, preparata attualmente con sale Fauna Marin; di solito cambio marca quando sto per finire ogni bidone. Ad oggi è il sale che preferisco, in quanto non noto segni di stress da parte di alcun animale e inoltre si scioglie immediatamente.

Utilizzo il carbone attivo una settimana si e una no, inserito appositamente in una calza posta poco sopra la risalita. Non uso il carbone fisso in sump perché credo che impoverisca troppo l’acqua. Noto tra l’altro una maggiore estroflessione degli Lps quando non presente.

Da quando ho iniziato con la nuova gestione alimento i coralli con zooplancton vivo attraverso il Newplanctondose, che mi “scarica” in vasca 5 ml di rotiferi vivi ogni ora. Da circa un mese doso anche Reef Vitality di fauna Marin.

I pochi pesci vengono alimentati con il mangime del Dott. Bassleer, sia la versione con aglio che con quella senza, e più raramente con scaglie della Ocean Nutrition.

Pesci e vari:
– 1 Premnas Epigramma di circa 2,5 cm
( inserito da circa un mese ma che presto troverà un’altra casa data la vasca troppo piccola per lui. )
– 1 Liopropoma Rubre
– 2 due Anthias Randalli
– 2 Lybia Tessellata
– 1 Debelius
– 2 lumache Strombus
– varie lumache Turbo.

Sps:
– Stylopora Pistillata Fuxia
– Digitata viola e rossa
– Acropora Millepora
– Acropora Tenuis blu
– Acropora Tenuis verde
– Acropora Digitifera
– Acropora Valida Tricolor
– Acropora Formosa
– Acropora Prostrata e
– una piccola talea di Acropora Echinata blu.

Lps:
– Scolymia Australis
– Blastomussa Wellsi
– Caulastrea Fluo
– Euphyllia Golden Torch
– Fungia
– Acantastrea Azzurra
– Entacmea Quadricolor
– Tridacna Crocea.

Molli:
Sarcophyton australiano
vari pezzi di Briareum
Zoanthus di diversi colori e vari discosomi arancioni e blu.

Davide Tropea (Derecio)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*