Peppe8

Twittintervista a Peppe8

184

Chi è Peppe8

– Ciao a tutti sono Giuseppe ho 22 anni e sono un laureato in tecniche di laboratorio biomedico. Sono uno sportivo a 360° per cui non ho molto tempo libero se non quello da dedicare alla mia vasca 😛 ahaha..

Peppe8

Il tuo nickname ha un significato particolare?

– Bhe a dire la verità scelsi questo nickname all’età di 15 anni…misi il mio nome seguito da un numero per trovare un nickname disponibile.. quindi nessun significato in particolare ahaha.

Di cosa ti occupi nella vita?

– Come detto in precedenza sono un laureato in tecniche di laboratorio biomedico all’università di Catania, inoltre ho conseguito anche un master di primo livello sempre nello stesso ambito ed al momento come tutti i neolaureati sono in cerca di un occupazione..

Hai tatuaggi o pearcing?

– No nessuno dei due. Ma non tolgo la possibilità in futuro di fare un piccolo tatuaggio… i piercing su un uomo non mi piacciono completamente, li trovo disgustosi.

Il piatto irrinunciabile??

– Mangio la qualunque… dalla pasta, alla carne al pesce ai panini dei fast food; c’è chi mi definisce un pozzo senza fondo ahahah.

Birra o vino?

– Vino, anche se ne bevo poco e molto sporadicamente.

Un libro sul comodino o caricato sull’ ebook?

– Montagne e montagne di libri universitari ahahah.

Se fossi una città saresti?

– Milano, città della mia squadra del cuore.

Se fossi un animale?

– Un lupo. Animali affascinanti..

La vacanza indimenticabile?

– Come detto prima ho poco tempo libero a disposizione, per cui non ho viaggiato molto. Ma un sogno è quello di andare ad ammirare la barriera corallina dal vivo.

Altri hobby?

– Non ho molti hobby a cui dedicarmi. Uno di questi è la cinofilia, partecipo infatti con il mio cane a diverse manifestazioni cinofile. Inoltre mi piace tanto lo sport. Più di tutti il calcio (sono tifoso del Milan) e la pallavolo, sport che pratico con impegno e dedizione; gioco appunto nel campionato nazionale di B2 dove la squadra della mia città è iscritta.

Ti fanno compagnia altri animali oltre a quelli nell’acquario?

– Sono un amante dei cani. Vi preseto lucky (Barboncino maltese di 11 anni) e Thor alaskan malamute di 10 mesi.

Come ti sei avvicinato all’acquariofilia?

– La storia è abbastanza lunga. Da piccolo mi fu regalato un piccolo acquarietto con delle tartarughe che dopo un paio di anni fu trasformato in dolce. Successivamente all’età di 14 anni, quasi per caso vidi in casa di un amico, un acquario con dei colori incredibili…(un acquario marino). Da li iniziai con il primo acquarietto un 90 litri senza sump che ebbe vita breve; infatti dopo circa un anno decisi di fare il grande salto, costruendo la vasca attuale di circa 300 litri lordi, la quale nel corso degli anni ne ha subite di cotte e di crude. Ecco come si presenta attualmente.

Un errore commesso da neofita?

– Bhe quando si è alle prime armi se ne commettono diversi. I più comuni a mio parere sono quelli di fidarsi ciecamente dei negozianti, i quali hanno come primo scopo quello di vendere (attenzione non bisogna comunque fare di tutta l’erba un fascio!!) e la fretta nel realizzare un incredibile acquario pieno di coralli. Credo che nel marino la pazienza sia una dote importantissima che l’acquariofilo deve possedere per poter ambire alla stabilità del sistema.

Acropora, scolymia o zoanthus?

– Non faccio discriminazioni; tutti e tre bellissimi coralli…ognuno ha il suo fascino.

Quale forumista vorresti conoscere dal vivo!!

– Bhe oltre ai grandi guru dell’acquariofilia (chi non vorrebbe avere il piacere di stare ore e ore ad ammirare le loro bellissime vasche dal vivo scambiando quattro chiacchere), mi piacerebbe conoscere anche le donne che hanno a che fare con questo magnifico mondo. Di solito si pensa che questo sia un hobby più da uomini, ma non credo sia così anche se vi è una minoranza di donne rispetto agli uomini per lo meno nella mia zona.

Come ti sei avvicinato, cosa ti ha dato e cos’hai trovato su Acquaportal ?

– Girando su internet quasi per caso ho scoperto questo forum. Leggendo vari post ho deciso di iscrivermi, anche per avere consigli su come gestire la mia vasca. Posso affermare che ad oggi la stragrande maggioranza dei risultati ottenuti nel mio acquario, è merito di AP e dei suoi utenti.

Vuoi dire qualcosa ai tuoi colleghi nanoreef?

– Come dissi un paio di mesi fa ad un mio caro amico che tutt’ora seguo nell’allestimento di un nano, la pazienza è una cosa fondamentale per la riuscita di una vasca; inoltre qui le cose si complicano maggiormente dato che in così pochi litri si ha meno margine di errore e basta un nulla per far saltare la vasca.. per cui tanta pazienza ed imparate ad osservare i vostri animali.

Ciao a tutti.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*