acquario di barriera di 180 litri

Realizzazione di un acquario di barriera di 180 litri

2685

Non tutti hanno la possibilità di avere spazi molto grandi in casa da dedicare all’acquario. Per questo motivo molti acquariofili rimangono perplessi e si avvicinano con difficoltà all’acquario di barriera.

A differenza di quanto si pensi è possibile realizzare un acquario perfettamente funzionante anche di dimensioni e costi non eccessivi.

Abbiamo colto l’occasione durante la realizzazione di un acquario non particolarmente grande per documentare in modo accurato ogni passaggio: dal montaggio della parte tecnica, al primo avviamento.

L’acquario

L’ acquario in questione come già detto non è eccessivamente grande (forse non si può ancora parlare di Nanoreef, ma quasi. Misura 80x50x50 cm, 200 litri lordi), ma è stato accessoriato in modo simile ad uno più grande. Non si è lesinato nella parte tecnica per garantire certezza del suo buon funzionamento. In questo modo potremo offrire agli animali che lo popoleranno un ambiente sano e chimicamente stabile.

Per limitare i costi abbiamo optato per una soluzione ottimale ma spartana e non eccessivamente sofisticata: sono state inserite solo le attrezzature fondamentali e definitive, evitando attrezzature utili ma non indispensabili (pHmetro, pompa elettronica, reattore di calcio, ecc.), che ad ogni modo fanno parte di quella tipologia di accessori che possono sempre essere aggiunti in un secondo momento.


La vasca

La vasca è stata realizzata aperta per poter sfruttare il grande vantaggio dell’utilizzo di una plafoniera HQI da 150 W. E’ stata realizzata artigianalmente con vetro dello spessore di un centimetro con molatura lucida e silicone nero.

 La vasca

All’interno è alloggiato un pozzetto di troppo pieno triangolare in vetro ceramizzato nero. Il pescaggio dell’acqua che porta allo scarico è munito di pettine e di fori grigliati su varie altezze per consentire il pescaggio non solo dalla superficie ma anche a mezz’altezza e dal fondo. All’interno del vano di troppo pieno è posizionato, oltre al tubo di scarico, anche il tubo di mandata dell’acqua proveniente dalla sump.

Il troppo pieno è concepito in modo tale da consentire il pescaggio dell’acqua dalla superficie dal fondo e da metà.


Il mobile

Il mobile è in legno nero completamente chiuso con due antine sul frontale.
Tra il mobile e l’acquario è stato posizionato un foglio di neoprene dello spessore di un centimetro.

Il mobile in legno nero.


Illuminazione

Come illuminazione è stata utilizzata una plafoniera con luce HQI da 150 W – 10.000 °K.

La plafoniera HQI


La sump

La sump anch’essa realizzata artigianalmente misura 75x35x35 cm, è dotata di alloggiamento per lo schiumatoio, vano per il filtro meccanico in spugna, vano caricato con sabbia corallina, e vano per la pompa.

La sump è concepita in modo tale da bypassare l’acqua che non viene trattata dallo schiumatoio. In questo modo solo l’acqua che in precedenza è trattata dallo schiumatoio passa attraverso i filtri meccanici.

Lo schiumatoio è un Turboflotor 1000 multi dell’Aquamedic  con pompa Aquabee da 2000 litri/h con girante a spazzola; la pompa di mandata è una Hydor L40 da 2800 litri/h regolabili (1500/2800 Litri/h) e 250 cm di prevalenza.

1) Sump
2) Vasca rabbocco
3) Schiumatoio
4) Pompa rabbocco automatico
5) Arrivo acqua dalla vasca
6) Pompa schiumatoio
7) Bicchiere
8) Scarico schiumatoio
9) Filtro meccanico
10) Vano sabbia corallina
11) Pompa mandata
12) Mandata all’acquario
13) Interruttore galleggiante
La sump vista dall’alto.
L’ acqua arriva dalla vasca (1) una parte viene scartata per troppo pieno (2) una parte viene prelevata dalla pompa dello schiumatoio (3) e trattata. I residui si depositano nel bicchiere (4), l’acqua pulita viene scaricata nel filtro meccanico (5).
Il filtro meccanico visto dall’alto

1) Scarico dello schiumatoio
2) Spugna
3) Sabbia corallina


Movimento

Oltre alla pompa di mandata Hydor L40 è stata posizionata sul vetro della vasca una pompa MaxiJet da 750 litri/h

  Pompa di mandata Hydor L40 da 2800 litri/h e pompa di movimento MaxiJet da 750 litri/h fissata al vetro.


Riscaldamento

Per il riscaldamento è stato utilizzato un riscaldatore termostatato da 150 W

Il riscaldatore termostatato posizionato in un vano della sump.


Osmoregolatore

La vasca adibita allo stoccaggio dell’acqua per il ripristino dell’acqua evaporata è di 25 litri circa.
Un sensore di livello regolabile in altezza, posizionato nella sump, da il consenso in caso di abbassamento del livello ad una pompa da 400 litri/h

Quando l’acqua nella sump si abbassa (1) l’interruttore galleggiante regolabile in altezza (3) da il consenso alla pompa (2) fin che il livello non viene ripristinato.


Impianto idraulico ed elettrico

Tutto l’impianto idraulico è stato realizzato con raccordi rigidi in pvc ad incollaggio.
L’impianto elettrico è costituito da una semplice ciabatta e da un timer per l’accensione della luce.

Il timer per la luce e la ciabatta per il collegamento elettrico.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*