Mobile per acquario fai da te

Mobile per acquario fai da te

503
Ciao a tutti, poiché AP è sempre stata utile per prendere informazioni, ho pensato sia giusto anche inserire questo articolo per poter aiutare chi ha minima dimestichezza con il fai da te.

La costruzione del mobile del mio acquario è stata economica e semplice e, a mio avviso, bella.

La prima fase (Il telaio):

Innanzitutto è stata effettuata una struttura in ferro zincato con tubolari da 2X2cm.
Le misure nel mio caso sono di 80 di altezza – 50 cm di profondità e 75 cm di larghezza. ( vasca 75 larga e 50 profonda).

Chi è pratico con il fai da te ed ha gli attrezzi adatti, può effettuarla da solo oppure rivolgersi ad un fabbro.

L’importante è che la struttura sia in bolla e che non abbia dislivelli causati dalle saldature.

Successivamente, è stato necessario l’utilizzo di una bomboletta spray di ferro zincato, per coprire le saldature e evitare che in futuro possano arrugginirsi.

La struttura finita è la seguente:

Come si nota nelle foto, nella parte frontale della struttura, manca il tubolare centrale di sostegno. Ciò è stato voluto per facilitare le operazioni manuali quando le ante sono aperte.

La seconda fase (la pannellatura in alluminio):

I pannelli laterali misurano 80 cm di altezza e 52 cm di profondità.

I 2 centimetri aggiunti alla profondità di 50 cm, sono serviti per la copertura del tubolare di ferro scoperto, al fianco dell’anta.

Per favorire l’accesso all’interno del mobile anche dai laterali, credo sia necessario avere la possibilità di rimuovere facilmente la pannellatura.

Per rendere possibile ciò, sulle ante in alluminio, ho applicato 4 calamite con colla attack, ottenendo il seguente risultato.

Mentre sul telaio in ferro ho fissato le altre calamite con delle viti (ovviamente  pre-forando il telaio nei punti di fissaggio delle calamite).

Avrei anche potuto mettere le calamite solo sulle ante e farle attaccare al ferro del telaio, ma avrebbero costituito spessore fra il telaio e le stesse inficiando la gradevolezza del risultato finale.



La terza fase (le ante) :

Per le ante ho utilizzato del vetro extrachiaro laccato bianco, scelta puramente estetica. Dal vetraio, col costo di 80 euro ho portato via delle ante complete di cerniere cromate e pomellini bianchi.

Le misure delle due ante sono di 36 cm di larghezza e 78 di altezza.
La larghezza è calcolata in base alle cerniere poiché, a differenza della classica cerniera del legno, che copre l’intero pannello laterale da 2 cm circa, le cerniere delle ante di vetro coprono 7 mm la spalla. Ciò comporta che il tubolare da 2 cm rimarrebbe scoperto di 2cm – 7 mm=1.3 cm.

Esteticamente verrebbe molto brutto e questo è il motivo per il quale ho effettuato l’angolo di 2 cm ai pannelli laterali di alluminio.

L’altezza delle ante è di 78 cm poiché ho lasciato 2 cm le ante alte da terra per evitare possibili urti e rotture.
Il tubolare che rimane scoperto nella parte inferiore del mobile, o viene verniciato con pittura nautica bianca, oppure si può fare un angolo di alluminio lungo tutto il tubolare, da 2 x 2 centimetri di colore bianco da avvitare al telaio.
Infine si applica il neoprene sulla superficie della struttura di ferro zincato per tutelare la nostra vasca da possibili lesioni e il gioco è fatto.

Costo totale: 159 euro
50 euro struttura in ferro
25 euro alluminio
80 euro ante di vetro
4 euro calamite.

Il risultato è il seguente:

Spero vi piaccia.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*