L’acquario di Samuele Pasquali

432

aland

INTRODUZIONE

La mia avventura con ” le mani in acqua” è iniziata all’età di 8 anni con un acquario d’acqua dolce, da quel momento non ho più lasciato questo hobby per poi passare da qualche anno a questa parte al marino.
L’inizio è stato deludente dovuto all’inesperienza unito a dei consigli errati, poi casualmente navigando in rete sono capitato sul sito di acquaportal, leggendo e chiedendo consigli ho dato una svolta prendendo finalmente la strada giusta.

VASCA

La vasca attuale misura cm 120x60x55, senza tiranti, spessore dei vetri di 12 mm ed è stata costruita artigianalmente da Gabriele di Aquatic Life. Il mobile è stato costruito da mio padre ed è in noce con telaio interno in ferro verniciato a polvere.

Aland

Aland Aland

PARTE TECNICA

All’interno del mobile trova spazio:
– la sump della Seaplast cm 60x40x40, nella quale ho collocato lo skimmer un Vertex Alpha 170, un reattore di zeolite Seaplast con pompa dedicata impostata a 400 l/h, un riscaldatore da 300 watt e una Eheim 1260 come pompa di risalita collegata ad uno scarico Xaqua.
– una vasca di rabbocco della Seaplast da 60 litri ed un osmoregolatore Tunze 3155.
– un reattore di calcio Seaplast C120 caricato con corallina jumbo.
– una bombola di CO2 da 2 kg.
– un milwaukee CO2/PH SMS 122 senza elettrovalvola, lo utilizzo solo per verificare che il ph all’interno del reattore sia costante sui 6,3.
– un’unità UPS Zeus della Oceanlife, alla quale ho collegato lo skimmer, la pompa di risalita e una pompa di movimento.

Aland

Aland Aland

Aland Aland
Vertex Alpha 170 UPS Zeus della Oceanlife

MOVIMENTO

Il movimento è affidato a due Vortech Mp 40, una impostata sul programma “reef crest” e l’altra sul programma “lagoon”, entrambe al 70% della potenza. Per 14 ore do “pieno” movimento mentre per le restanti 10 ore della giornata ho impostato la calma notturna.

ILLUMINAZIONE

Monto una plafoniera a led Acqualiving 120×60, l’ho programmata in modo che si accenda alle 10.30 del mattino con 30 minuti di effetto alba, e inizi a spegnersi alle 21.30 con 30 minuti di effetto tramonto, quindi do 10 ore e mezza di luce piena. La percentuale ideale per la mia vasca dopo vari ritocchi è dell’81% i blu e il 79% i bianchi.

GESTIONE E MANUTENZIONE

La vasca è gestita con il metodo berlinese ed stata allestita nell’ottobre 2009 con 80 kg di rocce vive aggiungendole o togliendole in base ad alcune modifiche perchè non sono quasi mai soddisfatto dei risultati visivi. Dopo un anno e mezzo dall’avvio ho aggiunto della sabbia lasciando che sia il movimento dell’acqua a distribuirla sul fondo infatti in alcuni punti lo spessore è di 8 cm invece in altri è di un solo cm. Il movimento insieme alle stelle Archaster fanno si che sia sempre pulita.
Credo molto nell’importanza dei cambi per questo li faccio settimanalmente cambiando il 10% e oltre di acqua utilizzando come sale l’Aquamar Saltpro Tropical con il quale mi trovo benissimo. La salinità la tengo abbastanza alta più precisamente a 1028 perchè in questo modo i valori della triade restano più stabili. Durante i cambi, e sono in quell’occasione, doso 10 ml di boro e 10 ml di potassio della Oceanlife.
In sump tengo fissa una calza con 400 gr di carbone attivo che sostituisco una volta al mese e quando mi ricordo cambio la zeolite nel reattore, in questo sono molto pigro e tra un cambio di zeolite e l’altro passano anche dei mesi scuotendola raramente.
La temperatura dell’acqua è costantemente sui 27 – 27,5 gradi in inverno e intorno ai 28 – 28,5 in estate, abitando in una casa abbastanza fresca nel periodo estivo la vasca non necessita di alcun refrigeratore solo nei giorni più caldi accendo delle ventoline vicine al pelo d’acqua.
Sono un fanatico della pulizia dei vetri per questo li pulisco tutti i giorni.

VALORI

Devo dire, un po nascondendomi, che i test non li faccio più da oltre un anno, so che è sbagliato e lo sconsiglio, ma preferisco fidarmi di ciò che vedo guardando e “leggendo” gli animali in vasca. Nel presentare la mia vasca ho fatto il giro di test, e come pensavo sia il kh che il Mg che il Ca sono molto alti e li preferisco tenere così.

Densità 1028
pH 8,3
KH 13
Calcio 500
Magnesio 1390
Nitrati 0 – 2
Fosfati 0,02

Aland

PESCI

I pesci li alimento 3 – 4 volte al giorno e in modo abbondante con il granulato della SHG.
Sono presenti:

4 Pseudanthias squamipinnis
2 Amphiprion ocellaris
1 Halichoeres chrysus
1 Zebrasoma flavescens
1 Synchiropus marmoratus
1 Wetmorella
1 Acanthurus japonicus
1 Ctenochaetus strigosus

Aland

Aland

Aland Aland

INVERTEBRATI

La vasca è impostata principalmente per l’allevamento degli SPS, ma visto che per avere una visione armoniosa e dare la sensazione di movimento ho inserito anche qualche LPS che vizio in modo particolare dando loro una volta la settima cubetti di filetto di platessa visto la crescita e lo stato di salute direi che gradiscono molto.

Aland

Aland Aland

Aland

Gli SPS all’origine erano tutte talee di 3 0 4 cm al massimo regalate o scambiate tra amici, la loro crescita è notevole e dato che preferisco che non entrino in contatto tra loro ogni tre settimane vado di cesoie e una volta l’uno e un’altra volta un altro do una bella taleata.
I coralli li alimento dando 3 volte la settimana, un’ora prima dello spegnimento delle luci, 8 gocce di aminoacidi alternando quelli della KZ a quelli della Elos. Tutte le sere a notte fonda, visto che sono un nottambulo, doso 5 ml di un mix da me preparato, posso garantire che è veramente pesante e ogni 15 giorni doso una fiala di Reef Booster e 10 misurini di SVC Elos.

Aland

Aland

Aland

Come SPS ho acropore, montiopore, pocillopore e seriatopore.
Per gli LPS sono presenti Euphyllia Ancora, Goniopora, diverse Acanthastrea, Catalaphyllia Jardinei, Scolymia vitiensis, Trachyphyllia geoffroyi, Hydnophora rigida, Lobophyllia sp, diverse Caulastrea, Micromussa diminuita, Welsophyllia radiata.
Per quanto riguarda i molli ho un paio di colonie di Ricordea.

Gamberi: diversi Lysmata Wurdermanni, 2 Lysmata Debelius, 1 Rincocinetes.
Stelle: 3 Archaster Typicus

Aland

Aland

Aland

RINGRAZIAMENTI

Vorrei ringraziare tutto lo staff e gli utenti di acquaportal che col tempo sono diventati degli amici e grazie a loro ho imparato moltissimo e ho ricevuto la carica nei momenti in cui avevo quasi deciso di mollare. Ringrazio in modo particolare Matteo Algranati che senza nemmeno conoscermi all’inizio della mia avventura mi ha consigliato e aiutato tantissimo, ringrazio Gabriele e Sonia di Acquatic Life sempre disponibili in qualsiasi ora del giorno nell’aiutarmi quando si sono verificati dei guai tecnici.

Aland

Aland




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*