genetica del guppy

La genetica del guppy

1813
Il guppy è stato un organismo molto studiato nel periodo attorno alla seconda guerra mondiale perché alcune sue caratteristiche genetiche sono molto simili a quelle dell’uomo. Per questa ragione sono noti moltissimi dettagli circa le basi genetiche della sua colorazione.

I geni che controllano la colorazione del guppy possono dividersi in recessivi, dominanti, parzialmente dominanti, ereditati dal maschio ed ereditati dalla femmina. Inoltre una serie di geni possono interagire in maniera complessa tra di loro (interazioni epistatiche).

Per comprendere la genetica del guppy è necessario comprendere che ogni animale possiede due copie di ogni gene, una proveniente dal padre ed una proveniente dalla madre. Ad esempio, se incrociamo una animale albino che possiede una doppia copia del gene albino (che indichiamo con aa) con un animale grigio che possiede una doppia copia del gene “normale” (che indichiamo con AA) tutti i figli avranno un gene a ed un gene A.

Se un animale possiede due copie identiche dello stesso gene si dice omozigote, se possiede due copie diverse si dice eterozigote. Le nostro caso specifico i due genitori sono aa (omozigote per il gene albino) e AA (omozigote per la controparte non mutata del gene albino), tutti i figli saranno Aa (eterozigoti con una copia del gene albino ed una copia del gene non mutato).

Un passo fondamentale è distinguere tra fenotipo e genotipo. Il fenotipo è ciò che si osserva, ad esempio un pesce grigio rispetto ad un pesce albino, il genotipo è la struttura genetica di quel pesce. Ciò che a noi interessa scoprire è quali genotipi danno origine ad un determinato fenotipo.

Un gene si dice dominante se una sola copia del gene è sufficiente perché si osservi il fenotipo. Nel nostro esempio specifico la colorazione grigia è dominante sulla colorazione albina. Quindi tutti i figli che nascono dall’incrocio di un pesce di colorazione grigia con un pesce di colorazione albina sono grigi. Il loro genotipo è eterozigote, Aa, ma il loro fenotipo è normale.

Osservando questi pesci senza sapere nulla dei genitori è impossibile capire che discendono da pesci albini. La maggior parte dei geni legati al sesso che analizzeremo dopo sono dominanti.

Se però si incrociano i figli con il genitore albino il 50% dei figli sarà albino. Incrociare i figli con il genitore recessivo (backcrossing) è il sistema che solitamente viene utilizzato per fissare dei tratti recessivi. I pesci albini che nascono dall’incrocio sono di genotipo omozigote (aa) e quindi a questo punto sono una linea pura che darà origine solo a figli albini.

Geni recessivi: Molte mutazioni recessive sono note nei guppy, le più comuni sono:

Albino: I pesci albini mancano totalmente di pigmento nero (melanina) e si riconoscono per gli occhi rossi. Il colore di fondo albino è spesso accoppiato ai colori rosso o giallo in quanto ogni macchia scura viene eliminata dalla mutazione ed i colori appaiono molto puri.


Guppy albino. Foto archivio AP.

Blond: I pesci blond hanno un colore di fondo giallo in quanto la produzione di melanina è molto ridotta ma non del tutto eliminata. Anche in questo caso i colori rosso o giallo risaltano molto bene sul colore di fondo blond.


Guppy con colore base blond. Foto archivio AP.

Tiger: Questi pesci sono simili ai blond, ma ogni scaglia è bordata di nero. La colorazione è molto appariscente nelle femmine. Sono comuni in Asia.


Nella foto vediamo chiaramente in secondo piano, come la femmina di tiger abbia le scaglie bordate di nero. Foto archivio AP.

Blu: I pesci con colore di fondo blu non sono in grado di produrre il pigmento giallo e rosso. Appaiono di un blu argenteo. Sono molto rari e non vanno confusi con pesci con colore di fondo grigio e colorazione blu come i blu Moscow. La differenza è chiara nelle femmine. Non solo i maschi, ma anche le femmine sono bluastre nei pesci con colore di fondo blu mentre questo non accade in pesci di colore di fondo grigio con colorazione blu.


Guppy con colore di fondo blu. Foto di Hermann Magoschitz.

Full Red:I pesci sono caratterizzati da una colorazione rossa omogenea su tutto il corpo compresa la regione della pancia. Il ceppo è stato creato da Ed Chiasson dopo oltre dieci anni di sperimentazione partendo da pesci rossi ma senza colorazione sulla pancia.


Guppy full red. Foto archivio AP.

Doppia spada: Contrariamente a quanto affermato in articoli datati, il gene doppiaspada è recessivo. Se si incrociano maschi di doppiaspada con femmine con la coda a triangolo si ottengono molto spesso dei coda a triangolo. Se i maschi nati da questo incrocio vengono incrociati con femmine di doppiaspada, il 50% dei maschi che nascono sono doppiaspada.


Un bellissimo trio di guppy maschi doppia spada. Foto archivio AP.

Geni semi-recessivi

Questi geni si distinguono perché l’eterozigote ha un fenotipo diverso sia da quello normale che da quello dell’omozigote. Il più famosi è il gene blu dei ceppi asiatici come il Blue Grass, il Blue Galaxy e il Blu Neon. La mutazione è simile a quella che genera il colore di fondo blu. Gli omozigoti hanno un colore blu pallido poco appariscente, ma se incrociati con animali di colore grigio generano una progenie di eterozigoti che hanno una colorazione blu brillante molto metallica. Quindi in questo caso è impossibile mantenere il ceppo puro ma solo il 50% dei pesci che nascono hanno il fenotipo desiderato.

Geni legati al sesso

Il meccanismo di determinazione del sesso nei guppy è simile a quello degli uomini. Le femmine hanno due cromosomi (genotipo XX) ed i maschi hanno un cromosoma X ed un cromosoma Y (genotipo XY). Alcuni tra i geni più famosi dei guppy si trovano sul cromosoma Y e vengono quindi ereditati dal padre o sul cromosoma X e vengono, nei maschi, ereditati dalla madre.

Geni ad eredità paterna

Snakesin (Cobra): Questo gene dà origine ad una filigrana finissima su corpo giallo. Se si incrocia un maschio di Snakeskin con una femmina di un altro ceppo la filigrana sul corpo viene passata alla generazione successiva.

Japan Blu: Il maschio di questa varietà ha la metà posteriore del corpo di un azzurro scintillante. Anche in questo caso, .se si incrocia un maschio di Japan Blue con una femmina di un altro ceppo la filigrana sul corpo viene passata alla generazione successiva.

+
Un bel maschio di Japan Blu. Foto archivio AP.

Platinum: Questo gene causa una colorazione dorata metallica nella regione della testa. Fissato originariamente nei doppiaspada da Horst Schimpfelpfennig è stato usata particolarmente dagli allevatori asiatici per creare spettacolari varietà di coda a triangolo.


Un bellissimo esemplare platinum coda a triangolo. Foto archivio AP.

Metal head:
Questi pesci sono caratterizzati dalla testa di un blu carico. Apparsi per la prima volta a Mosca attorno alla metà degli anni ’80 avevano la testa blu carico ed il corpo snakeskin. Gli allevatori asiatici hanno “iniettato” il gene metal head in molte delle loro varieta. Partendo da questi animali sono stati creati gli spettacolari Blu Moscow.


Un classico guppy metal Head. Foto archivio AP.


Un bel maschio di blu Moscow. Foto archivio AP.

Geni ad eredità materna

Half-black:Questo gene causa una colorazione nera carica della metà posteriore del corpo. Mentre la colorazione nera del corpo dipende esclusivamente dal gene ereditato dalla madre, il colore della coda e della dorsale è influenzato anche da geni paterni.

Lace: Questo gene da solo non provoca una colorazione specifica, ma è in grado di modificare il pattern snakeskin (che viene ereditato dal padre) creando una filigrana particolarmente fine sulle pinne. E’ un esempio classico di interazioni epistatiche tra due geni in cui un gene modifica l’espressione di un altro gene.


Un bel maschio Lace (che tradotto significa merletto). Foto archivio AP.

Combinazione di geni ad eredità paterna e materna

Half-black Red: Questo interessante fenotipo è creato dalla combinazione di una femmina half-black con un maschio rosso. Il colore half-black è ereditato dalla madre ed il colore delle pinne dal padre. Infatti le femmine di half-black red possono avere le pinne viola o blu screziate di rosso invece che rosso carico.

Leopard (AOC): Questa varietà viene creata incrociando un maschio di snakeskin con una femmina half-black.


In questo maschio di Leopard AOC sono poco evidenti le macchie nere sulla pinna caudale, ma ha delle ottime dimensioni ed è ben proporzionato. Foto di Hermann Magoschitz.

Galaxy: Questo interessante fenotipo è stato creato da allevatori giapponesi incrociando un maschio platinum con una femmina di Snakeskin e mostra entrambi i caratteri. E’ particolarmente spettacolare sul colore di fondo semi-recessivo blu (vedi geni semi-recessivi).

Blu Moscow: Questi spettacolari pesci di un blu omogeneo sono creati dalla combinazione del gene Metal head paterno con geni blu sulla linea materna. Le femmine possono essere utilizzate per essere incrociate con altre linee blu come ad esempio Japan blu con ottimi risultati.

Questa vuole essere solo una brevissima carrellata della genetica delle varietà più comuni di guppy. Gli allevatori sono costantemente al lavoro per creare nuove varietà come i Pingu, i Mikariff, i full Gold, gli Show White sulla cui genetica conosciamo ancora troppo poco.


Due bellissimi guppy pingu con diverse combinazioni di colori e sfumature. Foto archivio AP

 

Alessandro Cellerino




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*