Illuminazione Askoll Ambiente

Illuminazione Askoll Ambiente

118
Deciso di aumentare l’illuminazione del mio acquario Askoll Ambiente 80 Advanced, ma volendo mantenere la plancia originale ho sviluppato questo progetto per l’inserimento di 4 tubi T8 da 20 w.

MATERIALE OCCORRENTE:

-1 scatola per impianti elettrici misure 20 x 15 x 6 cm

-4 spinotti maschio/femmina a 4 poli (ho utilizzato gli spinotti di collegamenti per gli hard disk)

-3 interruttori (con luce opzionale)

-4 ballast da 21w

-2 tubi ADA NA-LAMP da 20w (e 2 del vecchio impianto)

-4 riflettori per neon da 20w

-20 metri di cavo elettrico a 2 fili

-3 spine

-4 cuffie per neon (e 4 che smonteremo dal vecchio impianto)

-viti da 4 mm con rispettivi dadi

-2 stisce di pvc misure 25 x 2 x 0.3 cm

ATTREZZI NECESSARI:

-trapano

-Dremmel

-punte per trapano

-colla a caldo

-forbici

-cacciavite

-pinza

INIZIO LAVORI

Iniziamo col dire che rifaremo l’impianto luci totalmente quindi iniziamo col rimuovere tutto l’impianto esistente: reattori, starter, cavi e portalampada.

Una volta svuotato il tutto procediamo a fare un po’ di spazio all’interno della plancia.

Girando il coperchio vedremo sporgere il vano dove era contenuto il vecchio impianto; prendiamo il Dremmel con il disco da taglio e facendo attenzione tagliamo via tutto.

Il risultato sarà una plancia molto spaziosa!

Ok…il lavoro più noioso è fatto.

Partiamo con la realizzazione dell’apparato riflettente:

prendiamo i 4 riflettori foriamoli alle estremità e fissiamoli alle 2 strisce di pvc utilizzando le vitine da 4 mm, e tagliamo con il Dremmel la parte sporgente.

Blocco dei 4 riflettori fissati

Noterete che diventerà un struttura rigida.

Ora prendiamo il nostro nuovo gruppo riflettente e fissiamo le 2 strisce di pvc con 4 viti alla plancia precedentemente “svuotata”.


Gruppo riflettente fissato alla plancia

Iniziamo a collegare i neon.

Utilizzando il cavo a 2 fili iniziamo a collegare ad un capo i primi 2 poli del neon ed all’altro capo i primi 2 poli dello spinotto femmina, e così via x tutti e 4 i neon.

Ricordatevi di segnare sui cavi i classici contatti per i ballast S1 S2 S3 S4.

Non importa se invertite S1 con S2, l’importante è non invertire i cavi S1 con S3 e S2 con S4!!!


Schema di collegamento neon spinotto femmina – Collegamento cavi ai neon

Ecco fatto, la nuova plancia da 80w è pronta, ora costruiamo la centralina d’accensione.
Tracciamo sul lato della scatola i 4 fori per inserire gli spinotti maschio e con il Dremmel tagliamoli.
Stessa cosa per i 3 fori sul coperchio dove andranno sistemati i 3 interruttori.


Scatola misure 20 x 15 x 6 cm – 4 fori tracciati per gli spinotti

…e dopo la verniciatura iniziamo a fare i collegamenti.

Incolliamo con la colla a caldo gli spinotti e colleghiamo i 4 fili al ballast. Ricordiamoci di collegare i fili con l’ordine giusto.


Spinotto incollato Spinotto collegato al ballast

Tengo a precisare che in questo progetto sono stati utilizzati ballast acquistati in rete, ma si possono utilizzare tranquillamente quelli contenuti all’interno delle lampade a risparmio energetico, l’importante che siamo di wattaggio superiore a quello dei neon da accendere (esempio ballast da 20 21 o 24w per un tubo da 20 w.


Schema collegamento ballast spinotto

Collegati tutti ballast il risultato sarà questo.


Collegamento ballast terminato

Colleghiamo ora i neon alla centralina ed i ballast alle spine di alimentazione secondo lo schema:

– neon 1, ballast 1, interruttore 1, presa 1

– neon 2, ballast 2, interruttore 2, presa 2

– neon 3, ballast 3, interruttore 3, presa 3

– neon 4, ballast 4, interruttore 3, presa 3

Schema di collegamento dell’impianto completo

Ho scelto di utilizzare 3 spine collegate ad una ciabatta temporizzata per poter avere un’accensione ed uno spegnimento graduale, mentre i 3 interruttori sono stati montati per una semplice interruzione dell’alimentazione in caso di sostituzione dei neon.

Non ci resta che collegare tutto alla presa elettrica ed accendere gli interruttori

Centralina in funzione

Ed ecco il risultato di tutto il lavoro!!

Illuminazione Askoll Ambiente Illuminazione Askoll Ambiente
Primo test nuovo impianto di illuminazione Plancia installato sull’acquario


L’acquario con la nuova illuminazione

Dopo 3 anni di funzionamento senza nessun problema sono soddisfatto e spero di essere stato d’aiuto. Buon lavoro a tutti!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*