anemoni

Anemoni: Tutto sul loro allevamento

4861

Le famiglie

anemoni tabella famiglie

 

Actinidae

anemoni

Aiptassidae

Stichodacylidae

anemoni

Thalassianthidae

Phymanthidae

anemoni

Aliicidae

 

Anemoni Famiglia Actiniidae

A questa famiglia di anemoni appartengono alcune varietà che vivono sulle coste del Mar Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico.

La più comune è la Condylactis gigantea che è nota per le sue dimensioni notevoli e per i suoi bei colori. Attenzione perchè qualche esemplare può essere colorato artificialmente per renderlo più appetibile.

Riescono a sinterizzare un veleno abbastanza potente quindi l’allestimento migliore di una vasca può essere fatto con questa varietà di anemoni, delle bellissime rocce vive caraibiche e se si riesce con alcune macroalghe che formano un bellissimo tappeto intorno agli anemoni.

In natura si è avuto modo di osservare la riproduzione e si è giunti alla conclusione che questi animali si riproducono sessualmente o no a seconda dove si trovano.

Se vivono in fondali basi e con poca corrente è stato verificato che si riproducono asessualmente e formano tanti cloni di se stessi, invece se vivono dove c’è molta corrente praticano anche la riproduzione sessuale.

Entacmaea quadricolor

     

Colori
Arancione, marrone, e verde.

Caratteristiche generali
Si riconoscono perchè i tentacoli possono essere corti e terminare con una specie di rigonfiamento che assomiglia ad un palloncino attaccato al tentacolo. Non tutti gli anemoni sviluppano questa caratteristica e si sono fatte varie ipotesi del perchè questo avvenga.

Si è correlata la presenza di questo tipo di tentacoli a secondo che l’anemone abbia o non un pesce che si prenda cura dei sui tentacoli.

Oppure si è arrivati alla conclusione che se l’anemone è molto illuminato sviluppa questo tipo di tentacoli al contrario se riceve poca luce i tentacoli sono lunghi e sottili.
Comunque non si è raggiunte una teoria unanimemente riconosciuta dagli studiosi.

Habitat
Cresce in tutte quelle zone dove riesce ad attaccare saldamente la sua base, la colonia alla base può apparire sbiadita; però i tentacoli sono colorati e si estendono verso la luce, spesso si riuniscono in una colonia che sembra un unico grosso animale. Tende a crescere molto e a raggiungere dimensioni notevoli. A secondo dove crescono si adattano alle varie condizioni di illuminazione senza particolari problemi.

Acquario
Sono una specie di anemoni che si adatta alle condizioni di illuminazioni che si trovano nella vasca almeno entro certi limiti, bisognerebbe sapere in realtà dove si trovavano in natura per cercare di ricreare le stesse condizioni.

Possono vivere in simbiosi con varie specie di pesci pagliaccio tipo Premnas biaculeatus, Amphiprion frenatus e Amprhiprion melanopus. Se in simbiosi con questi pesci non deve essere nutrito con del cibo, al contrario se non c’è il pesce che si cura della sua alimentazione dobbiamo pensarci noi dando pezzettini di pesce e granchio.

Riproduzione
Il metodo più comune in un acquario è la fissione longitudinale oppure la divisione di colonie alla base dell’animale madre.
Possono anche riprodursi per via sessuale ma non si hanno notizie in acquario.

Condylactis gigantea

 

Colori
Arancione, bianco, marrone, verde e viola

Caratteristiche generali
I tentacoli di questa specie di anemoni sono più grossi di quelli delle altre specie appaiono più tozzi e a volte sono quasi trasparenti.
Arriva ad avere un diametro di 30 cm del disco orale e di 8 cm del piede.
La fonte di alimentazione principale sono le alghe, ama ciba anche di piccoli animali quali plancton e fitoplancton.

Habitat
Cresce sia tra le alghe del tipo Halimeda e tra le rocce, si trova nei mari di Florida e nel Mare dei Caraibi. Si può anche trovare nelle coste del Brasile, nelle Bermuda e nel Est Atlantico.

Acquario
E’ facile da tenere in vasca basta fornire la giusta illuminazione, deve essere nutrita un paio di volte al mese con cibo vivo. La circolazione dell’acqua deve avere una media intensità. Ci sono due specie di pesci pagliaccio che si adattano particolarmente bene con questo anemone e sono Amphiprion clarki e Amphiprion frenatus.

Riproduzione
Non si hanno particolari notizie in cattività se si vuole tentare la riproduzione asessuale si può procedere con un taglio artificile della colonia.
In natura si riproduce solo per via sessuale infatti sono frequenti le espulsioni delle uova.

Macrodactyla doreensis

 

Colori
Arancione, grigio, blu, viola, marrone e verde.

Caratteristiche generali
E’ una varietà di anemoni che può crescere molto in dimensioni infatti non sono rari i casi in cui il disco orale raggiunge il diametro di 50 cm. In acquario la dimensione media arriva a circa 20-30 cm con tentacoli lunghi circa 10 cm fino ad un massimo di poco più di 15 cm.
I tentacoli crescono maggiormente nella zona perimetrale del disco e la bocca spesso è facilmente visibile.
L’animale se disturbato in natura è in grado di ritirarsi completamente sotto la sabbia per proteggersi.

Habitat
Sono anemoni molto comuni nei mari del Giappone e delle Filippine e del Nord dell’Australia, si trovano anche in Indonesia e nella Nuova guinea. A volte si possono trovare anche in altre zone dell’Oceano Indiano Pacifico.

Crescono preferibilmente nei fondali sabbiosi con la base che entra per un po’ di cm al di sotto della sabbia fissandosi a qualcosa di stabile, raramente crescono direttamente sulle rocce. Hanno bisogno di molta luce infatti crescono solo sui fondali molto bassi.

Acquario
E’una specie di anemoni molto facile da tenere e è molto robusta. Richiede però un fondo particolare costituito da sabbia che ricopre dei sassi un po’ più grossi in modo tale che l’animale si possa attaccare a questi.

Richiede sia una forte illuminazione che una forte corrente per garantire il giusto apporto di ossigeno, se non è abbastanza ossigenato non è raro il caso in cui l’animale tenda a spostarsi per cercare zone in cui la corrente è maggiore.

Principalmente si nutre dei prodotti delle alghe zooxanthellae, ma accetta di buon grado anche alimenti vivo tipo plancton e fitoplancton.

Vive in simbiosi con: Amphiprion chrysogaster, Anphiprion clarkii , Amphyprion perideraion e Dascyllus trimaculatus.
Preferisce corrente di intensità media e una luce che va dal medio al forte.

Anemonia majano

Colori
Marrone e verde.

Caratteristiche generali
Si riconosce facilmente per il numero molto elevato di tentacoli, c’è anche una varietà Mediterranea.
In acquario può crescere fino a dimensioni di 2-3 cm in altezza e con un diametro del disco orale pari a 1-3 cm

Habitat
Si trova nell’Oceano Indiano Pacifico in quelle parti delle scogliere più pianeggianti. In natura è facile che viva tra i coralli duri e a volte viene importato con questi animali, ma involontariamente.

Acquario
E’ infestante e in un acquario può creare non pochi problemi. Uccide molti altri tipi di invertebrati e poi cresce anche sui loro resti, non si conoscono dei metodi efficaci per controllarla se non i nudibranco Spurilla neapolitana.

Si nutre di quello che le alghe gli procurano, ma è anche in grado di nutrirsi da solo di plancton e fitoplancton, non è necessario provvedere perchè è autosufficiente.

Cresce facilmente in molti tipi di vasche bisogna stare attenti che non cresca troppo e soffochi gli altri invertebrati.

Richiede una circolazione dell’acqua che va dal medio al forte e di una buona illuminazione.

Riproduzione
Si riproduce molto velocemente per via asessuale e per fissione longitudinale.

Anemonia viridis

Colori
Grigio e viola e bluastro.

Caratteristiche generali
Si riconosce facilmente per il numero molto elevato di tentacoli che sono molto lunghi. Hanno tutti lo stesso colore che sbiadisce alla fine, in acquario cresce fino a dimensioni di 10-12 cm. E’ tipicamente del Mediterraneo, ma la si trova anche in Nord America

Habitat
Si trova nel Mediterraneo nei fondali sabbiosi e tra le rocce.

Acquario
E’ facile da tenere in un acquario basta fornirgli il giusto strato di sabbia e una media illuminazione. Richiede delle temperature più basse non oltre i 24°C. Bisogna inoltre nutrirla con pezzettini di pesce, vermetti o altro cibo.

Aiptassidae

Stichodacylidae

anemoni

Thalassianthidae

Phymanthidae

anemoni

Aliicidae


Introduzione
| Alimentazione | Difese | Riproduzione | Allevamento | Simbiosi | Famiglie

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*