alghe infestanti nell'acquario di barriera

Alghe infestanti nell’acquario di barriera

9432


Tabelle riassuntive

Informazioni biologiche

Divisione Numero di specie Pigmenti fotosensibili Flagelli Sostanze di riserva Parete
Cyanophyta 6650 Clorofilla a Nessuno Crisolaminarina Assenti
Clorofilla c 1 Cellulosa
Caratenoidi 2
Phaeophyceae 1500 Clorofilla a 2 laterali Laminarina Matrice cellulosa con acidi alginici
Clorofilla c Mannitolo
Caratenoidi
Rhodophyta 4000 Clorofilla a Amido Cellulosa, materiali pectici.
Clorofilla c
Ficobiline
Chilorophyta 7000 Clorofilla a Nessuno Amido Polisaccaridi talvolta cellulosa
Clorofilla c 2 o più
Caratenoidi


Riconoscimento e causa

Tipo Manifestazione in acquario Colori Causa
 Cyanophyta Frequenza: ****  –  –
– Alghe rosse
– Alghe blu-verdi
– Alghe nere filamentose
Tappeti e pellicole mucillaginose che ricoprono tutto. Si staccano con facilità. – Rosso viola
– Verde bottiglia
– Verde blu
– Verde nero
– Marrone
– Nero
– Luce errata
– Luci vecchie
– Esposizione luce esterna
– Nitrati alti
– Fosfati alti
– Sostanze in decomposizione
– Zone stagnanti
– Poco movimento
– Alta temperatura
– Additivi con EDTA
– Additivi con gluconati
– Additivi con amminoacidi
– Eccesso di Ferro
– Eccesso di Iodio
– Eccesso di Stronzio
– Bassa densità
– Assenza di schiumatoio
– Poche rocce vive.
Chrysophyceae
– Unicellulari a flagello
– Alghe bruno-dorate
Non si presentano
Xanthopyceae
– Alghe flagellate
– Alghe dorate-verde
Non si presentano
Bacillariophyceae Frequenza: *****
– Alghe diatomee
– Alghe filamentose brune
Leggera pellicola “polverosa” soprattutto su sabbia e vetri. Raramente in forma filamentosa. – Marrone – Presenza di silicati
– Acquari nuovi
– Sale scadente
– Acqua di rubinetto
Phaeophyceae
– Alghe brune Non si presentano
Dynophycaea Frequenza: *
– Alghe planctoniche
– Parassiti
– Alghe dorate
– Zooxantelle
– Dinoflagellate
Inconsistente patina melmosa e gelatinosa. – Marrone
– Trasparente
– Giallo
– Beige
– Sostanze in decomposizione
– Zone stagnanti
– Poco movimento
– Zone anaerobiche
– pH basso
Chilorophyta Frequenza: ****
– Alghe verdi unicellulari
– Alghe verdi pluricellulari
– Alghe calcaree verdi
Ciuffi, tappetini o filamenti. – Verde prato
– Verde marcio
– Luce errata
– Luci vecchie
– Esposizione luce esterna
– Troppe ore luce
– Nitrati alti
– Fosfati alti
– Sostanze in decomposizione
– Additivi con EDTA
– Additivi con gluconati
– Additivi con amminoacidi
– Eccesso di Ferro
– Eccesso di Iodio
– Eccesso di Stronzio
– Basso pH
– Assenza di schiumatoio
– Poche rocce vive.
Rhodophyta Frequenza: *
– Alghe calcaree rosse
– Alghe rosse pluricellulari
– Alghe rosse unicellulari
Ciuffi, tappetini o filamenti. – Rosso Probabilmente simile a Chilorophyta.

Soluzioni

Soluzioni Soluzioni naturali
Cyanophyta
– Controllo dell’impianto di illuminazione.
– Sospensione di qualsiasi additivo somministrato.
– Ridurre il fotoperiodo.
– Controllo e ripristino dei valori chimici.
– Cambi d’acqua regolari con relativa sifonatura accurata del fondo.
– Rimozione di tutte le alghe mediante aspirazione.
– Rimozione di sostanze in decomposizione.
– Aumento della corrente, possibilmente con pompe elettroniche alternate.
– Controllare la densità.
– Abbassare la temperatura
– Antibiotici (sconsigliato)
– Prodotti specifici (solo in vasche di soli pesci)
– Favorire la formazione di alghe calcaree
Paguri – Clibanarius tricolor
– Paguristes cadenati
– Calcinus tibicen
– Phimochirus operculatus
Gasteropodi – Cerithium litteratum
Microcrostacei – Amphipod
Pesci – Ctenochaetus species
Bacillariophyceae
– In acquari nuovi, aspettare.
– Controllare i silicati, cambi d’acqua con acqua demineralizzata e sale di buona qualità.
Gasteropodi – Stomatella varia
– Cerithium litteratum
Microcrostaceo – Amphipod
Pesci – Amblygobius bynoensis
– Amblygobius phalena
– Valenciennae puellaris
Dynophycaea
– Sospensione di qualsiasi additivo somministrato.
– Controllo e ripristino dei valori chimici.
– Cambi d’acqua regolari con relativa sifonatura accurata del fondo. Rimozione di tutte le alghe mediante aspirazione.
– Aumento della corrente.
– Portare il pH ad 8.4
Nessuno
Chilorophyta
– Controllo dell’impianto di illuminazione.
– Sospensione di qualsiasi additivo somministrato.
– Ridurre il fotoperiodo.
– Controllo e ripristino dei valori chimici.
– Aumentare il pH
– Rimozione meccanica
– Favorire la formazione di alghe calcaree
– Macroalghe a crescita rapida in competizione
– Prodotti specifici (poco utili)
Paguri – Calcinus tibicen
– Clibanarius tricolor
– Phimochirus operculatus
– Paguristes cadenati
Granchi – Percnon gibbesi
– Mithrax species
Gasteropodi – Haliotis (Abalone)
– Astrea Tectum
– Nerita
– Turbo species
– Trocus
Nudibranchi
(Difficilmente reperibili)
– Tridachia sp.
– Tridachia Crispata
– Elysia ornata.
– Elysia diomedea
– Berthelinia species
– Polybranchia.
– Stiliger
– Cyerce nigricans
Pesci – Acanthurus Japonicus
– Acanthurus Leucosternon
– Acanthurus Lineatus
– Zebrasoma flavescens
– Zebrasoma Desjardinii
– Zebrasoma Scopas
– Zebrasoma velifirum
– Zebrasoma xanthurum
– Blennius ocellaris
– Salarias fasciatus
– Ophioblennius atlanticuus
– Centopige
– Amblygobius rainfordi
Ricci – Diadema species
– Tripneustes gratilla
Rhodophyta
  Vedi Chilorophyta Vedi Chilorophyta

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*