L’acquario di Tony Tarantini

687
Dedizione, perseveranza e tanta passione

In qualche modo, questa breve intestazione, esprime quello che è il mio pensiero ed è proprio grazie alla dedizione, alla perseveranza e alla tanta passione ,  che cerco di portare avanti un hobby, per me speciale, come quello dell’acquariofilia…….

Noi acquariofili abbiamo un dono: quello di poter ammirare tra i tanti aspetti della natura il mondo marino,  riportando e riproducendo un “pezzo” di barriera corallina nella nostra quotidianità. Grazie alla passione che ciascuno di noi ha, ci regaliamo la possibilità di beneficiare di tanta bellezza! Tutto è iniziato per caso, osservavo un acquario di barriera allestito a Roma per una mostra…era semplicemente spettacolare, piccolo, pochi coralli, ordinato ma meticoloso nella cura dei dettagli, colorato ed essenziale… incantato da tanto splendore, rimasi ad osservare per tutto il tempo questo acquario, tralasciando lo scopo della mia visita( mostra di quadri in compagnia di mia moglie)..

E’ stata la mia prima esperienza in merito, la poca conoscenza mi ha disorientato e nel vero senso della parola è stato un macello, coralli scoloriti, non in salute…brutto! Il mio primo acquario ha avuto una vita breve…preso dalla voglia di realizzare qualcosa che potesse soddisfare forse in primis la mia vista, cominciai a documentarmi, a comprare libri, libri e libri, cominciai ad affacciarmi nel mondo dell’acquariofilia solo teoricamente…cercavo di assimilare il più possibile dalle esperienze altrui confrontandomi con la gente sui forum! Ecco alle prese con l’allestimento della  seconda vasca…
“Machiavelli un tempo scrisse: nessuna grande conquista è stata mai ottenuta senza affrontare dei rischi”.
Ho disfatto tre acquari marini, ma la voglia di riprovarci c’era sempre!!

…mi metto in moto per realizzare quella che sarà l’attuale vasca “DSB” in vetro extra chiaro da 10 mm, le cui misure sono le rispettive 60x60x70. Progetto su carta e realizzo la rocciata con 15kg  di roccia morta e assemblo il tutto con LAMPOCEM e bacchette di vetroresina di 6 mm di diametro per rinforzare i punti di giunzione dei diversi pezzi che la compongono.
Il fondo per il DSB è composto da 11 cm di sabbia prelevata dalle bianche coste salentine, che associata  ad un piccolo pezzo di roccia viva da 1 Kg ,mi ha sicuramente aiutato ad affrontare quella che è stata una brevissima maturazione durata 15 gg con fotoperiodo pieno, dopodichè sono stato costretto per forze maggiori a dover trasferire tutto nella nuova dimora!

L’illuminazione inizialmente era gestita da una plafoniera AQL50  DELL’ACQUALIVING  alla quale sono stati integrati tre neon “1 kz fiji purple, 2 Giesemann Powerchrome Actinic Plus” che mi hanno dato buoni risultati. Attualmente  monto una plafo ECOTECH MARINE RADION XR30W G3 PRO impostata in modalità crescita con tutti i canali al 100% tranne che per il rosso (al 25%) e il verde (al 35%). Il movimento è affidato a una TUNZE 6025, due wp10 jebao e una Sicce Voyager  nano dietro la rocciata.
Lo scambio tra vasca e sump è dato da un sistema in-out  X-AQUA!!
In Sump trova posto uno schiumatoio ATI POWER CONE 200IS un po’ sovradimensionato, ma con la gestione elettronica della pompa, ho trovato il giusto compromesso; un reattore di calcio BUBBLE MAGUS C120, caricato con corallina jumbo della Korallen Zucht e granuli di magnesio, il tutto gestito da un Phmetro MILWAUKEE SMS 122.  Ho un filtro  a letto fluido “fai da me” dove inserisco il carbone attivo che cambio ogni 3-4 gg.

La gestione della temperatura è affidata ad un termostato STC-1000, al quale è collegato un termo-riscaldatore SICCE SCUBA  300w che nel periodo invernale mi mantiene la temperatura costante tra 24,5° e 25,5° , mentre nel periodo estivo, il termostato interviene su delle ventoline TUNZE AQUAWIND che nei periodi più caldi non fanno superare i 28°C.
Ho un impianto di rabbocco automatico “fai da me” al quale ho inserito una centralina della LOWARA, tipicamente utilizzata per la salvaguardia di pompe sommerse ad utilizzo industriale.
La pompa di risalita è una SICCE SINCRA 3.0 che mi consente di alimentare anche il reattore di calcio. All’interno della sump ho ricavato uno scompartimento per contenere l’acqua di osmosi prodotta grazie ad un impianto dell’ ACQUA1 100xp a 5stadi  con tds in ingresso 168 ed in uscita 0.00!!!
La gestione della vasca è semplicissima: effettuo un cambio d’acqua ogni 15 gg  alternando diverse marche di sale, ma principalmente uso Royal nature; alimento i pesci tre volte al dì somministrando diversi tipi di cibo tra cui :  “BLU LINE GRADE 58(molto apprezzato dai pinnuti), OCEAN NUTRITION, ARTEMIA IN FIOCCHI, CORATROPH (CORAL SHOP)”.
Gli LPS li alimento facendo una sorta di pappone mischiando ULTRA LPS(fauna marin) REEF PEPPER (Nyos), PCV (Koral’en-zucht) e qualche goccia di amminoacidi, in questo modo la parte che va in sospensione va a nutrire gli SPS.
All’occorrenza integro  K-BALANCE (Kz), B-BALANCE(Kz),  STRONTIUM (Seachem)!!!

I valori sono i seguenti:
PH 8-8,1 rilevato con phmetro digitale
NO3 non misurabili con test salifert
PO4 rilevati con il fotometro Checher Hanna hi713 i cui valori sono compresi tra 0,00- 0,02
CA 400-410
KH 7
MG 1350

Il cubo attualmente al suo interno ospita:
SPS:
ACROPORA HOEKSEMAI
ACROPORA HYACINTHUS
ACROPORA VALIDA TRICOLOR
ACROPORA MILLEPORA TRICOLOR
ACROPORA PROSTATA VIOLA PUNTE BLU
ACROPORA ECHINATA
ACROPORA LORIPES
ACROPORA CAROLINIANA
ACROPORA MICROCLADOS
ACROPORA TENUIS VERDE PUNTE AZZURRE
ACROPORA SIMPLEX
ACROPORA CARDUS RED DRAGON
ACROPORA SP
ANACROPORA
SERIATOPORA GUTTATUS
POCILLOPORA DAMICORNIS
MONTIPORA MALANPAYA
MONTIPORA RAINBOW
MONTIPORA FOGLIOSA ARANCIONE
MONTIPORA FOGLIOSA VERDE
MONTIPORA FOGLIOSA VERDE CON RICRESCITA VIOLA

LPS:
ECHINOPHILIA ROSA
ECHINOPHILIA VERDE E ROSA
FAVIA
CAULASTREA FURCATA VERDE FLUO
EUPHILIA PARAANCORA
EUPHILIA PARAGLABRESCENS
ACANTASTREA MAXIMA
SCOLIMIA AUSTRALIS
LOBOPHILIA RAINBOW
ACANTHASTREAE LORDHOWENSIS
CYPHASTREA DECADIA

CORALLI MOLLI:
XENIA PUMPING
RICORDEA FLORIDA GREEN
ZOANTHUS
PACHICLAVULARIA VIOLACEA

INVERTEBRATI:
TRIDACNA DERASA
STELLA INSABBIATRICE ARCASTER TIPYCUS
PESCI:
OCELLARIS
TRE CROMIS VIRIDIS

Un ringraziamento particolare va a mia moglie che per mia fortuna condivide con me questa passione e mi sostiene in questo bellissimo hobby. Colgo l’occasione per estendere i miei ringraziamenti ad Acquaportal che nonostante il difficile lavoro che c’è dietro, dedica tempo a tutti noi acquariofili con estrema dedizione e professionalità!!

Tony Tarantini (aka Tony79)


 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*