L’acquario di Luigi Aragona

207
Ciao ragazzi,vi presento la mia vasca Juwel Rio 240(121x41x55) adibita al biotopo malawi….perchè ho scelto di allestire un malawi? guardare una cynotilapia che difende la propria tana o un Lethrinops sifonare incessantemente sul fondo,oppure un’aulonocara che sosta a pochi millimetri dalla sabbia in cerca di cibo,parate e intimidazioni in un tripudio di colori non ha prezzo…..per questo ho scelto un malawi……

Come giusta consuetudine ho usato sabbia  di fine granulometria e rocce molto grandi di montagna,cercando di creare,aiutandomi con il vetro posteriore e quelli laterali,tane e nascondigli per tranquillizzare eventuali sottomessi e o femmine in incubazione.



Il filtraggio è affidato a 2 filtri esterni e precisamente un JBL e901 e ad un Pratiko 200 gold,che devo dire fanno entrambi egregiamente quello per cui sono stati costruiti

Per illuminare la mia vaschetta Haps,ho staccato completamente i 2 neon in dotazione,e l’ho affidata ad 1 solo tubo a LED artigianale 7020 8000k di 70cm,con fotoperiodo di 8 ore,bell’effetto e risparmio energetico, che di questi tempi……

Valori dell’acqua:
– NO2 assenti
– NO3 20 mg/l
– KH 8
– GH 12
– PH tra 8 e 8.5

Solitamente faccio cambi di 40/50 litri a settimana,con acqua di rubinetto e biocondizionatore(JBL Biotopol all’aloe),sembra la quantità giusta per mantenere l’aquilibrio in vasca con bassi  valori di inquinanti,invece i filtri vengono aperti ogni 6/8 mesi,o comunque alla diminuzione del flusso dell’uno o dell’altro filtro con la sola pulizia delle parti meccaniche.

La popolazione attuale è composta da 3 trii,Copadichromis chrysonotus+Aulonocara kandeensis+Otopharynx lithobates zimbabwe rock,che vivono abbastanza tranquillamente

Come alimentazione,non vario tantissimo,ma uso mangimi di ottima qualità, precisamente NLS cichlid formula 1mm, NLS Algaemax 1mm e come integrazione JBL Plankton pur M, la risposta dei pesci è sbalorditiva!

Considerazioni e qualche consiglio:

La vasca gira abbastanza bene, anche per le specie scelte non particolarmente aggressive e per il layout che a questo punto posso dire consono,a parte durante le fasi di riproduzione dove i maschi diventano tremendamente territoriali ed aggressivi,ma è nella loro natura,quindi tutto normale…..mi permetto di dare qualche consiglio a chi voglia  allestire un”malawi”, in pochi punti,ma determinanti….

1) E’ assolutamente necessario scegliere i pesci prima di allestire la vasca,il layout va fatto in base a loro
2) Non c’è la combinazione perfetta,ma si puo e si deve scegliere i pesci in base allo spazio a disposizione,carattere,zona occupata,alimentazione, evitando anche pattern o colori troppo simili…..mettere una cynotilapia in una vasca senza tane da difendere o un lethrinops senza sabbia da sifonare non ha nessun senso
3) Sostanziosi cambi d’acqua e un filtraggio energico e ben dimensionato sono all’apice per una buona riuscita in queste vasche
4) Alimentare con moderazione e in base alle attitudini delle specie scelte,fa si che i nostri ciclidi godano di ottima salute…..uno mbuna vegetariano se alimentato con proteico,molto probabilmente andrà incontro a gravi problemi,portandolo anche alla morte…
infine, ricordo ai neofiti che queste vasche non sono solo colore,ma va tenuto conto di tutto quanto gia detto e ancora di più,ma ora mi fermo qui…..

Un grosso grazie ad AP e a tutti, dico proprio tutti gli utenti che condividono con me questa grande passione……arrivederci sul forum!!!
video.




One thought on “L’acquario di Luigi Aragona

  1. Stefano De Tommaso

    Sei sicuro del tuo abbinamento dei pesci? Forse i Lethrinops necessitano di un acquario più grande, e poi è un poco bizzarrro metterli con le cynotilapia. Approfondisci megli le conoscenze sulle due specie.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*