L’acquario di Christian

160
LA VASCA
La vasca che compone il mio acquario aperto è fatta su misura (82x45x44) per ben adattarla all’arredamento circostante, con vetri di 1 cm di spessore. La capacità netta, esclusi i 7-8 cm di ghiaino e 6-7 cm di bordo libero dovrebbe essere circa di 110 litri.

FILTRAGGIO E MANUNTEZIONE
Il filtraggio è eseguito da due filtri interni removibili il primo (di dimensioni 32x24x9) contiene la pompa, il riscaldatore, cannolicchi, e spugne; il secondo (di dimensioni 30x13x9) contiene una seconda pompa (che aiuta la circolazione dell’acqua nella vasca) e dell’ovatta. Ho raggiunto tale soluzione
dopo varie prove; probabilmente sarebbe stato meglio adottare un filtro esterno ma ho sempre avuto paura di eventuali perdite d’acqua che non sarebbero l’ ideale per il parquet del pavimento.
Il cambio dell’acqua, di circa 16 litri, è settimanale (metà osmosi e metà rubinetto) con rabbocchi al bisogno solo con osmosi. La fertilizzazione è mantenuta con l’aggiunta dei fertilizzanti liquidi al cambio settimanale e solidi (terra uno) dell’Elos. Per la somministrazione di CO2 utilizzo un impianto Askoll con bombole usa e getta sempre in funzione giorno e notte con circa 9/10 bolle al minuto.

ILLUMINAZIONE
Dopo varie modifiche e indecisioni sul tipo di lampade da utilizzare, attualmente ho installato una plafoniera sospesa (acquistata tramite internet) con 4 neon t5 da 24 w che mi sta dando buoni risultati. Inizialmente, partendo dal davanti, montava 2 neon tld Philips 865 e 2 tld Philips 840, ma ho avuto
problemi con la crescita di alcuni ciuffi di alghe a pennello. Ora ho sostituito il secondo neon con un altro 840 e diminuendo anche Il fotoperiodo a otto ore sembra che stiano morendo.

FLORA E FAUNA
Come si vede dalla foto ho introdotto in vasca numerose varietà di piante tra le quali: Pogostemon helferi, l udwigia glandulosa, Alternathera cardinalis, Hydrocotyle leucocephala, Lobelia cardinalis, Hygrophila siamesi, Cryptocorine, Anubias e alcune bacchette di piante che fuoriescono dalla vasca che ho comprato in un negozio di fiori.
Per quanto riguarda i pesci ora ho un mix dovuto all’eliminazione (causa problemi tecnici) del mio primo acquario che era a casa dei miei genitori.
Comunque scalari, Barbo ciliegia, Otocinclus affinis, Tanichthys albonubes, Xifoforo e Portaspada che grazie alla folta vegetazione riescono a riprodursi autonomamente, e altri. Ho anche alcuni caridina che sono sempre ben nascosti.


La mia passione per l’ambiente acquatico non finisce qui: oltre a questa vasca ho un piccolo nanoreef, del quale vi farò la descrizione e un laghetto di carpe Koi in giardino.

Grazie a tutti Christian.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*